BOSCO MARENGO – Sono stati deferiti in stato di libertà per combustione illecita di rifiuti pericolosi i due uomini che a Bosco Marengo hanno dato fuoco a una catasta di spazzatura che doveva essere invece smaltita in una discarica. In particolare il 22enne e il 73enne hanno incendiato nel cortile di una cascina bottiglie in plastica, carta, ramaglie, un materasso e alcuni barattoli di vernice. Da quel rogo si è innalzata una densa colonna di fumo che ha allertato i Carabinieri giunti sul posto con i Vigili del Fuoco. Il cumulo di rifiuti è stato spento e sottoposto a sequestro.