Cosa è e come funziona l’Extra Cashback di Natale da 150 euro

ROMA – Nel discorso tenuto ieri sera da Giuseppe Conte per spiegare il nuovo Dpcm in vigore da oggi, venerdì 4 dicembre, il premier ha anche annunciato l’arrivo dell’Extra Cashback di Natale. Si tratta della prima misura di Italia Cashless, ovvero il piano messo a punto dal Governo per incentivare l’uso di carte di credito, debito e app di pagamento al fine di ridurre l’uso dei contanti. Una mossa fatta per colpire i pagamenti non tracciabili e quindi contrastare gli evasori.

Ecco che dall’8 al 31 dicembre basteranno dieci pagamenti con carte di credito, carte di debito, bancomat e Satispay per ottenere il 10% di rimborso, fino a un massimo di 150 euro in un solo mese. Non importa il valore dell’operazione anche se il cashback del 10% si fermerà a 15 euro per ogni acquisto e a 150 euro in totale nel periodo interessato. Ad esempio se si spendono 300 euro si avranno indietro sempre solo 15 euro, inoltre una volta arrivati al tetto dei 150 euro non si avranno più rimborsi.

Per avere il rimborso baserà seguire tre semplici passi: in primis avere lo Spid, ovvero il Sistema pubblico di identità digitale che si può richiedere sul sito spid.gov.it, oppure la Carta d’Identità Elettronica. In secondo luogo bisognerà scaricare l’app Io, l’applicazione dei servizi pubblici di io.italia.it. Si tratta della stessa app utilizzata per il bonus vacanze con pagoPa. Quando l’8 dicembre verrà a tutti gli effetti attivato l’Extra Cashback di Natale dovranno essere abilitate le carte che si utilizzano per i pagamenti indicandone gli estremi e aggiungendo il codice Iban del conto sul quale si vuole ricevere il rimborso. A questo punto si potrà procedere con gli acquisti. Attenzione però, perché per ricevere il rimborso bisognerà effettuare almeno 10 operazioni con pagamenti elettronici.

Photo by Clay Banks on Unsplash