Fondazione Gimbe: “Con il vaccino -64% dei contagi tra i sanitari”. I dati del Piemonte
adv-215

ROMA – Il vaccino sta aiutando il nostro Paese a rallentare in maniera importante la diffusione del Covid-19. A dirlo è la Fondazione Gimbe che ha certificato un drastico calo di contagi tra i professionisti della sanità. Sul fronte vaccinale in Italia sono 1.214.139 le persone che hanno concluso i due cicli, ovvero il 2% della popolazione. La prima fase del V-Day riguardava il personale sanitario e gli ospiti delle case di riposo. Ovvero le persone che a oggi sono le più esposte al virus. Grazie alla campagna vaccinale i contagi tra i professionisti della salute sono calati del 64%. Tuttavia è ancora lontana l’immunità di gregge che ci permetterebbe di mettere a segno il primo vero importante punto contro il coronavirus.

In Piemonte sono 6619 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid-19 nella giornata di ieri, mercoledì 10 febbraio 2021, e comunicate dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 17.30). A 5366 è stata somministrata la seconda dose. Dall’inizio della campagna si è quindi proceduto all’inoculazione di 264,218 dosi (delle quali 120,999 come seconda), corrispondenti al 91,5% delle 288.850 dosi finora disponibili per la nostra regione.

Per il resto il monitoraggio conferma nella settimana che va dal 3 al 9 febbraio un numero stabile dei nuovi casi. Si è passati dai 84.652 della settimana precedente ai 84.711 di quella attuale. Scendono del 5% gli attualmente positivi e le persone in isolamento domiciliare. Anche i decessi sono diminuiti del 9%. Sul fronte ospedaliero, calano del 4% i ricoverati con sintomi e del 3% i pazienti delle terapie intensive.

adv-414