Carrozzeria abusiva nell’ovadese: 10 mila euro di multa. Smaltiva rifiuti pericolosi e non

OVADA – Proseguono i controlli da parte della Polizia Stradale di Acqui Terme, nell’ambito degli esercizi commerciali che trattano i veicoli, inerenti l’attività di commercio e quella di riparazione dei mezzi. Questa volta a finire nella rete dei controlli è stata una carrozzeria dell’Ovadese che, oltre a numerose violazioni in materia di smaltimento di rifiuti pericolosi e non pericolosi, sfruttando una posizione “nascosta” rispetto alle trafficate vie di comunicazione della zona, è risultata abusiva poiché priva dell’autorizzazione della Provincia di Alessandria in merito all’emissione dei fumi inquinanti in atmosfera, un documento che certifica la regolare presenza degli specifici sistemi filtranti per la riduzione dei rischi.

L’amministratore dovrà pagare circa 10 mila euro di multa. L’uomo è stato anche segnalato penalmente alla Procura della Repubblica di Alessandria per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi e non pericolosi e gli è stata anche notificata l’Ordinanza del Sindaco relativa all’intimazione al ripristino dei luoghi, alla prescrizione al corretto smaltimento dei rifiuti sinora accumulati (ferro, plastica, vetro e olio), nonché alla regolarizzazione della posizione in relazione al forno di carrozzeria. Al momento, sono in corso ulteriori accertamenti sui veicoli individuati all’interno della carrozzeria, per determinare possibili violazioni a carico dei clienti che si sono rivolti al carrozziere abusivo.