Si conclude domenica 28 febbraio il concorso fotografico “Lo Spirito del Teatro”

ASTI – “Premiare le fotografie che più riescono a evocare lo spirito del teatro nell’accezione più ampia del termine, con una particolare attenzione allo svelare dei rapporti umani e di amicizia e all’ampio spettro di emozioni che la pratica teatrale riesce a innescare”  E’ questo lo scopo del concorso fotografico dedicato dalla Compagnia Teatrale Gli Illegali a Marco Triches, che si concluderà il 28 febbraio. Triches, vigile del fuoco tragicamente deceduto il 5 novembre 2019 durante l’incidente di Quargnento, è stato uno degli attori fondatori della Compagnia, oltre che appassionato proprio di fotografia, e Gli Illegali, da sempre suoi amici, hanno voluto che il premio del concorso portasse il suo nome e ricordasse le sue passioni.

La partecipazione è stata numerosa, “le foto pervenute sono state  295 da 118 autori diversi –  racconta Luigi di Carluccio della Compagnia Gli Illegali – e, anche se la provincia di Alessandria è stata sicuramente quella con il maggior numero di partecipanti finora (22) non sono mancati comunque partecipanti da ogni regione d’Italia, da Palermo a Pordenone”. Tanti i soggetti proposti: giovani danzatori o acrobati impeccabili nella compostezza delle loro pose, ma anche momenti di scomposta e folle improvvisazione, ragazzi delle scuole tesi e seri nei loro ruoli teatrali, attori intensi in età avanzata che sembrano suggerirci che l’arte è per tutti e non ha età. Sono protagoniste la solitudine del palcoscenico e la tristezza dei teatri vuoti e arredi abbandonati, ma anche tutta l’allegria e l’entusiasmo della brigata, scenografie fastose e spettacoli di strada..

A valutare le foto sono circa una ventina di persone che fanno parte della compagnia più alcuni esperti di fotografia”, spiega Di Carluccio, “ognuno interpella la propria esperienza emotiva di palcoscenico, ognuno ha la propria idea di spirito del teatro, la propria sensibilità. In questo modo c’è un confronto tra noi continuo e plurale  su ogni foto che ci aiuta ad approfondirle. Una risorsa importante perché abbiamo ricevuto anche una grande varietà di immagini e soggetti diversi, che rispecchiano la libertà di espressione lasciata ai fotografi da questo bando e  abbiamo potuto constatare che se per qualcuno lo spirito del teatro è rappresentato da persone in atto di recitare e situazioni sceniche precise, per altri è evocato anche da situazioni comuni della vita, da oggetti, luoghi. E soprattutto la varietà umana dei protagonisti delle foto conferma che il teatro è un’arte molto inclusiva che può regalare felicità a ogni età e in ogni condizione sociale. La grande sfida di tutta questa ricchezza di idee e suggestioni sarà  mettersi d’accordo su un vincitore!”

C’è ancora tempo fino al 28 febbraio per inviare le proprie foto all’indirizzo email [email protected], seguendo le semplici istruzioni riportate sul bando pubblicato sul sito illegali.it

Sul bando si riporta inoltre che non c’è alcun costo e prerequisito di partecipazione e che la foto vincitrice riceverà un premio di 300 euro, sarà stampata in formato cartolina in 100 copie e distribuita il giorno dell’inaugurazione della mostra dedicata. Una mostra, dove troveranno spazio, oltre alla foto vincitrice, tante altre immagini del concorso, che si preannuncia quindi, fin da ora, ricca ed eterogenea e che si terrà, se possibile, a maggio ad Alessandria presso il chiostro di Santa Maria di Castello.