Il Comune di Casale ha versato oltre 220 mila euro alle partite iva
adv-445

CASALE MONFERRATO – Sono 220 mila gli euro di contributi a fondo perduto che il Comune di Casale Monferrato, in questi giorni, ha versato alle attività economiche che sono state maggiormente danneggiate dalle chiusure imposte dal Governo a causa del Covid, e che avevano i requisiti previsti dal bando. “Nel momento del bisogno il nostro Comune ha voluto esserci concretamente. Avevamo promesso aiuti alle attività in difficoltà e gli aiuti sono arrivati. Ora però come Amministrazione facciamo un richiamo a chi gestisce l’emergenza sanitaria a livello nazionale di cambiare passo“, ha commentato il Sindaco Federico Riboldi e l’Assessore al Bilancio Giovanni Filiberti.

Il primo cittadino ha spiegato che il piano dei “vaccini prosegue con troppa lentezza. Già nella prima fase l’assenza dello Stato è stata pesante e abbiamo dovuto sopperire noi come Comune a tutti i livelli: dalle forniture di materiale ai dispositivi di protezione individuale. Ora sui vaccini non possiamo aspettare ed è una follia che con un numero bassissimo di contagi, come quelli che conta la nostra Città, si pensi di tornare in zona arancione“. I fondi versati alle partite Iva fanno parte della dotazione di 300 mila euro messa a disposizione dalla Giunta Riboldi, di cui una parte è stata riservata alle associazioni sportive, che si aggiunge ai 300 mila già stanziati in primavera per sostenere le attività economiche in difficoltà.