Chi è Mario Minola nominato dalla Giunta Cirio nuovo Direttore della Sanità piemontese

PIEMONTE – Mario Minola è il nuovo direttore degli Assessorati alla Sanità e alle Politiche Sociali del Piemonte. A nominarlo è stata la Giunta guidata da Alberto Cirio nel pomeriggio di sabato 3 aprile 2021. Minola ha una lunga esperienza alle spalle nell’ambito sanitario e attualmente è direttore generale dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara. Questo stimato professionista della salute ha curato anche articoli e contributi su riviste scientifiche e il 2 giugno del 2017 è stato insignito dell’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.

La scelta che è ricaduta sul dottor Minola arriva al termine di un periodo di approfondimento da parte della Giunta delle 17 candidature idonee sulle 23 pervenute in totale. “Abbiamo ricevuto ed esaminato tanti curricula eccellenti, ma molti di loro erano già impegnati da poco in ruoli strategici per la sanità piemontese e in Regione, in un momento delicato come l’emergenza che stiamo fronteggiando“, hanno spiegato all’unisono il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, con l’assessore alla Sanità Luigi Icardi e alle Politiche Sociali Chiara Caucino. “Cercavamo una professionalità in grado di portare il Piemonte fuori dalla pandemia. Ci troviamo su un treno in corsa e serve qualcuno che conosca bene la macchina. Una professionalità interna capace ed esperta“, aggiungono.

Ecco che la scelta finale è ricaduta “su una figura interna alla sanità pubblica regionale. Parliamo di un uomo esperto, la cui professionalità e competenza è stata più volte confermata negli anni da amministrazioni diverse, una ulteriore prova della stima e della fiducia verso il dottor Minola, che va al di là dei colori politici. Non possiamo che augurargli buon lavoro e ringraziarlo per aver accettato di affrontare un incarico così complesso, in uno dei momenti più difficili per la sanità a livello mondiale. Tutta la Giunta sarà al suo fianco con il solo obiettivo di portare il Piemonte fuori da questa emergenza, guardando al futuro per fare in modo che a ogni cittadino piemontese siano garantite le migliori cure e la migliore assistenza”, concludono.

adv-866