A Gavi troppi contagi e il sindaco decreta lo stop di mensa e scuolabus
adv-463

GAVI – Da oggi gli alunni di tutta Italia torneranno a scuola. Lo faranno in zona arancione dai nidi e fino alle superiori al 50% e in zona rossa solo fino alla prima media. Non fa eccezione nemmeno il Comune di Gavi che mercoledì 7 aprile ha accolto i suoi giovani studenti. Il tutto con una piccola eccezione. Perché nel comune del Novese il sindaco ha disposto la sospensione di mensa e scuolabus.

Una scelta presa dal primo cittadino di Gavi, Carlo Massa, a causa dell’alto numero di positivi e contagi che ha colpito il paese. In tutta la val Lemme le persone affette da coronavirus, infatti, sfiorano il centinaio. Un dato elevato oltre che preoccupante. La sospensione è intesa sino a data da destinarsi con partenza proprio dal 7 aprile, giorno di ripresa dell’attività scolastica. Nella nota diffusa dal Comune si legge che il provvedimento è stato preso per “impedire ogni forma di assembramento o altre situazioni di pericolo per la salute pubblica” e quindi evitare la diffusione del contagio anche tra i giovani alunni. Un provvedimento del tutto simile anche a San Cristoforo dettato dalle stesse motivazioni e volontà di rallentare la diffusione del coronavirus.

adv-847