Al Cristo i giovani riempiono di idee il futuro: cinema all’aperto, eventi, sportelli per il lavoro
adv-316

ALESSANDRIA – Continua il lavoro del Gruppo giovani imprenditori del quartiere Cristo. La serata di venerdì al Centro Don Bosco ha visto la partecipazione del coordinatore del gruppo di Lavoro, Alessandro Pera, insieme a Marco Bagliano e Nicholas Ruvio, oltre al consigliere dell’associazione Enzo Cirimele e alla parrucchiera Laura Borghino. A fare gli onori di casa don Corrado e don Egidio. L’idea di cominciare questo tour di idee e progetti proprio dai Salesiani non è stata fatta a caso visto che don Bosco è il santo dei Giovani. Ma il percorso proseguirà toccando le varie zone del quartiere e anche dei sobborghi della Sud. Tutto è partito dall’idea del gruppo dei Giovani dell’Associazione Commercianti costituito da Giovani Imprenditori promotore di un percorso che coinvolga i ragazzi del Cristo che hanno voglia di scendere in campo con progetti e idee per valorizzare il territorio.

Molte le idee concrete sulla base di proposte e iniziative passate, come quella di Matteo della ditta S.A.F. Sicurezza e Ambiente, organizzatore nel 2018 di un evento al palazzetto per aiutare le donne a difendersi attraverso tecniche di difesa base, “semplici ma molto utili”. Una idea che potrebbe essere riproposta al Cristo. Marko Negri, dell’associazione culturale Hashtag, ha suggerito laboratori nel campo degli spettacoli teatrali, di animazione, oltre a workshop di recitazione per ragazzi e bambini. Insieme a Pietro Taverna e Lorenzo Colombo è stata addirittura creata una nuova Web TV, dedicata al Cristodove in maniera simpatica e scherzosa si parla di fatti attinenti il rione e non solo”.
Cristian ha avanzato l’ipotesi di un aiuto per i giovani che si affacciano nel mondo del lavoro proponendo molti progetti, stage estivi, sportelli individuali mirati proprio “all’educazione lavorativa“.
Benedetta dello studio estetico Le Forme vorrebbe dar vita a un cinema/teatro all’aperto da fare nelle piazze anche in quelle dei sobborghi. Un esempio potrebbe essere quello del castello di Casalsalbagliano oppure Forte Acqui. Ma le idee in campo hanno riguardato un progetto per la pulizia delle aree verdi della zona come ha spiegato Salvatore o l’installazione di posacenere nelle vie ha aggiunto Georgiana. Attivi infine molti ragazzi come Simona, Giada, Alex e Martina di Ottica MI.O che vorrebbero piccole casette di legno in punti sorvegliati della zona Cristo dove tutti abbiano la possibilità di poter donare, prelevare o scambiare libri (per grandi e piccini) oltre a serate all’insegna dell’arte con artigiani, giocolieri, maghi, pittori, e artisti di strada per arrivare a mercatini di Natale con idee regalo. Senza dimenticare le Street parade, la “Notte dei dj” e la collaborazione con le scuole per dipingere le panchine aventi un tema ecologico.
Durante la serata Alessandro Pera ha infine sottolineato il sostegno al progetto di Forte Acqui per renderlo un luogo dedicato a eventi per ragazzi. Il gruppo dei giovani allargato si ritroverà a maggio per concretizzare i progetti.