Il pass per il covid ed eventi culturali e sportivi: come funzionerà
adv-637

ITALIA – Il premier Mario Draghi, durante la conferenza stampa sull’emergenza covid che ha annunciato le prime riaperture ha parlato di un pass che permetterà non solo gli spostamenti tra regioni non in fascia gialla, ma anche di assistere a determinati eventi culturali e sportivi. Come funzionerà esattamente ancora non è stato spiegato ma secondo fonti di Palazzo Chigi dovrebbe certificare tre situazioni: la vaccinazione avvenuta sebbene non sia chiaro se sia sufficiente la prima dose o meno; l’esito negativo di un test covid probabilmente non oltre le 48 ore precedenti; la dimostrabilità di essere guarito dal virus contratto da meno di sei mesi.

In Italia tuttavia rimane da capire chi potrà rilasciare questo attestato, in forma cartacea, tra Asl, Regione o un altro ente sanitario. Attraverso questo pass comunque si mira ad anticipare il “green passeuropeo per gli spostamenti nell’Unione.

adv-972

Gli spostamenti saranno consentiti dal 26 aprile anche senza pass tra regioni gialle. Se invece i colori sono differenti restano valide le regole dell’ultimo decreto sul contrasto e sul contenimento dell’emergenza Covid fino all’introduzione del pass. La mobilità, anche fra regioni non in zona gialla, sarà consentita soltanto per motivi di lavoro, di salute e di necessità con la possibilità comunque di rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

adv-769