Dalle ricette alla riapertura della Scuola: maggio sarà il mese della Robiola di Roccaverano
adv-679

ROCCAVERANO – A partire dal primo maggio riaprirà la Scuola della Roccaverano e per tutto il mese rimarrà tale il sabato e la domenica (a giugno sarà invece operativa dal giovedì alla domenica). Situata sulla piazza del delizioso comune della langa astigiana di Roccaverano, si possono acquistare le Robiole e soprattutto prender parte al progetto del pettirosso Rob-in. Obiettivo del progetto è quello di promuovere una terra che in buona parte coincide con il territorio della Unione Montana Langa Astigiana Val Bormida e della Langa Astigiana tra Monferrato, Appennino Ligure e Alpi tramite quattro degustazioni che si terranno presso la Scuola, il terzo sabato del mese a partire da giugno.

Il motore di questa iniziativa è la Robiola di Roccaverano DOP (la cui origine risalgono ai Celti comparendo persino negli scritti di Plinio il Vecchio): si tratta di un formaggio a pasta morbida, il cui sapore varia da delicato a deciso in base alla stagionatura; prodotto con latte 100% caprino oppure caprino/bovino e realizzato artigianalmente ed esclusivamente nel territorio intorno a Roccaverano. Annesso alla riapertura della Scuola della Roccaverano è stata pensata anche la pubblicazione del nuovissimo ricettario, interamente dedicato alla Robiola di Roccaverano DOP.

Oltre a 30 gustosissime ricette, il cui elemento principale sarà (ovviamente) la Robiola, nel ricettario vi è riportato tutto ciò che ruota attorno a questa prelibatezza piemontese: dalle caratteristiche del prodotto, che deve avere una specifica forma, colorazione e percentuale minima di grasso e ceneri, al metodo di produzione, conservazione e degustazione, fino ad arrivare ad una meticolosa descrizione del territorio astigiano-alessandrino su cui si basa la Scuola della Roccaverano. Così la Scuola diventa un vero sito gastronomico culturale, in cui i visitatori potranno vedere da vicino come nasce il formaggio, come si allevano le capre, come si lavora nei caseifici, dando così la possibilità di entrare nel mondo della Robiola. Scarica qui il ricettario della robiola.

adv-258