Cosa si può fare e cosa no in Piemonte sabato primo maggio 2021
adv-762

ALESSANDRIA – Con il Piemonte che si conferma zona gialla anche per la prossima settimana, in molti però si stanno chiedendo che cosa sarà possibile fare il primo maggio. Sì, perché oltre a essere un giorno del weekend (sabato) è a tutti gli effetti anche un giorno festivo. Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza. L’ultimo Decreto firmato dal Governo Draghi, quello entrato in vigore da lunedì 26 aprile, consente gli spostamenti tra le Regioni diverse nelle zone bianca e gialla. Per muoversi tra regioni rosse e arancioni occorre munirsi di certificazione verde, ovvero un pass che certifica l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dal Covid-19 o il tampone effettuato nelle 48 ore precedenti al viaggio.

Resta in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5 anche in zona gialla. Fuori da quell’orario gli spostamenti vanno motivati. Nella zona gialla, inoltre, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata una volta al giorno a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Le persone che si spostano potranno portare con sé i figli minorenni e le persone con disabilità o non autosufficienti ma conviventi. In auto è possibile spostarsi anche con persone non conviventi: sono ammessi solo un massimo di due passeggeri per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori. In macchina, tra non conviventi, c’è l’obbligo della mascherina. In caso di un separatore in plexiglass questo obbligo può essere derogato.

Anche il primo maggio bar e ristoranti saranno aperti a pranzo e a cena anche se solo all’aperto. Sedersi al tavolo sarà consentito a un massimo di quattro persone, a meno che non si tratti di conviventi. La distanza è stata fissata a un metro. Dal primo giugno, soltanto in zona gialla, i ristoranti potranno restare aperti anche al chiuso dalle 5 alle 18. Ma il primo maggio si potrà anche andare al cinema, al teatro o a un concerto. Questo perché il nuovo Decreto ha riaperto nelle zone gialle i luoghi di spettacolo. Tuttavia in provincia, come abbiamo già evidenziato in precedenti articoli, sono poche le sale che hanno scelto di riaprire. Sarà comunque necessario che ci siano posti a sedere preassegnati e una distanza di un metro l’uno dall’altro. La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e mille all’aperto.

In Piemonte sono aperti tutti i supermercati. Nella giornata di ieri, infatti, il tar ha annullato l’ordinanza del governatore Alberto Cirio che imponeva la chiusura dei supermercati per il primo maggio. Restano invece chiusi, come da Decreto nazionale, le gallerie e i centri commerciali nei giorni festivi anche in zona gialla. Sarà consentito anche fare un pic nic all’aperto sempre seguendo però le regole del distanziamento sociale per non creare assembramento e del massimo di quattro persone non conviventi tra loro sedute attorno a un tavolo o a una coperta. Via libera, lo ricordiamo, anche al calcetto e altri sport di squadra e di contatto. Non sarà però possibile utilizzare gli spogliatoi e chi dovesse sedere in panchina dovrà tenere la mascherina.

adv-271