Costretto a togliere il giardino davanti al locale serve la cena su un pick-up: “Ma presto tornerà tutto alla normalità”
adv-589

ALESSANDRIA – Cena decisamente particolare quella che ieri, lunedì 3 maggio, si è consumata in via Cesare Lombroso. Davanti al locale Il Paladino il titolare Piero Pippo ha servito un cliente a bordo del cassone di un pick-upper rispettare le regole previste dal Decreto riaperture che impone la consumazione all’aperto se seduti al tavolino” ma anche per protesta contro l’obbligo di “smantellare il giardinetto che ormai da anni si trovava davanti allo storico locale“.

Una provocazione ma anche una necessità per Piero Pippo che dal 30 aprile ha dovuto togliere il giardino che aveva costruito davanti al suo locale. “Un luogo di tranquillità che oltre ad abbellire la via ospitava anche alcune signore del quartiere che si sedevano attorno alle piante in vaso e chiacchieravano all’aperto in un periodo così difficile per tutti“, spiega. Certo l’autorizzazione mancava per un’installazione di quel tipo, “ma c’era un tacito accordo tra tutte le parti dato che a nessuno dava fastidio una cosa del genere“. Poi, come spiega ancora Piero Pippo, “un esposto in Comune ha fatto precipitare la situazione” con l’ordine di sgomberare l’area verde da parte della “Polizia Municipale di Alessandria“.

adv-475

Da quel momento in poi è partita una protesta anche da parte di alcuni abitanti della zona “arrabbiati perché non avevano più un’area pulita e ordinata dove ritrovarsi“. Presto però quell’angolo di pace tra palazzi e asfalto potrebbe presto tornare “ho avuto rassicurazioni da parte dell’Amministrazione Comunale, che ringrazio, di poter tra qualche giorno nuovamente riposizionare vasi e piantine, questa volta con regolare permesso“.

adv-804