Piemonte: online tutti i dettagli su iter vaccinale. E c’è il possibile calendario preadesioni over 40 e 30
adv-733

PIEMONTE – Sarà possibile da oggi, lunedì 10 maggio 2021, a partire dalle 14, accedere al proprio “percorso vaccinale” sul sito ilpiemontetivaccina.it e ottenere tutte le informazioni sulla preadesione effettuata, gli appuntamenti già calendarizzati e i vaccini eventualmente già effettuati. Questa la novità illustrata dalla Regione Piemonte durante la conferenza stampa che ha spiegato l’ulteriore servizio a beneficio dei cittadini in questa battaglia contro il covid-19.

I cittadini troveranno nella propria area personale i dati della prenotazione e dal giorno successivo alla pre-adesione la previsione sulle date di vaccinazione. Solo i cittadini che hanno effettuato la preadesione ma che fanno capo a un medico somministratore non troveranno la previsione di appuntamento perché l’organizzazione è in capo ai medici generici. Se il cittadino ha invece già iniziato il proprio percorso vaccinale reperirà la cronistoria dell’iter, il memorandum. Il Piemonte inoltre per tutti i cittadini, nel giorno della prenotazione concederà la gratuità dei servizi pubblici.

adv-335

La novità quindi è che le persone che hanno effettuato o effettueranno la preadesione troveranno tutti i dettagli rispetto al percorso.

Chi ha completato il suo percorso

Vedrà riassunta la sua situazione: la preadesione, la tipologia di dose somministrata e così via. Dal 17 maggio inoltre potrà scaricare il certificato vaccinale. Un certificato che sarà valido per gli spostamenti da una regione all’altra nel caso siano di diverso colore.

Cittadino con ancora il percorso in atto

Il cittadino che ha un appuntamento ma non è ancora andato potrà per esempio avere tutte le info per raggiungere il punto vaccinale.

Il cittadino che ha fatto la preadesione o ha manifestato l’intenzione di vaccinarsi

Il sistema, dal giorno successivo alla pre-adesione, darà una previsione algoritmica dell’effettiva data del vaccino. Le previsioni, tuttavia, ha precisato la Regione, potranno modificarsi naturalmente in funzione della casistica legata alla priorità del piano vaccinale. La pre-adesione, ricordiamo, è possibile con tessera sanitaria e codice fiscale inserendo correttamente il numero telefonico oltre che attraverso Spid.

Questo sistema ci dà – ha spiegato l’assessore alla Sanità Luigi Icardila possibilità di programmare le nostre attività vaccinali. Fino a ieri non lo abbiamo fatto per l’incertezza dell’approvvigionamento dei vaccini e quindi abbiamo preferito far fare le preadesioni con le aziende sanitarie che hanno poi mandato messaggi di invito alla vaccinazione. Oggi abbiamo un passaggio in più che permette la programmazione, un passaggio in più che è figlio delle disposizioni del garante per la privacy – ha puntualizzato ancora Icardi.

Intanto nel mese di giugno l’Italia riceverà 25 milioni di dosi, è stato spiegato durante la conferenza stampa, e questo dovrebbe consentire al Piemonte di “ricevere oltre 2 milioni di dosi e, se le forniture saranno queste, con l’inizio dell’autunno – ha aggiunto Icardi – avremo una significativa popolazione vaccinata“. “Oggi vengono compiute 30-35mila vaccinazioni al giorno ma i numeri possono essere raddoppiati in breve tempo grazie a una serie di strutture accreditate attualmente ferme, oltre alle farmacie e a centri vaccinali pronti insieme ad aziende che si stanno attrezzando per procedere con lavoratori e famigliari”.

Intanto a partire da domani, martedì 11 maggio, cominceranno le preadesioni per la categoria 50-54enni mentre per gli over 55-59 anni la preadesione era iniziata il 4 maggio. Definito anche il calendario delle altre preadesioni, sempre che la consegna delle dosi venga rispettata. I 40enni potranno procedere con la richiesta dai primi giugno, i  30enni da metà giugno e l’ultima fascia, 18-30 anni, entro fine giugno. Qui il calendario con le date aggiornate.