Sedici gioielli venduti all’asta: oltre mille euro raccolti per la ricerca infermieristica

ALESSANDRIA – Grande successo per l’asta benefica di ben 16 gioielli a favore della ricerca infermieristica andata in onda mercoledì sera su Radio Gold Tv e organizzata dalla Fondazione Solidal, insieme all’Azienda Speciale Multiservizi Costruire Insieme e all’Azienda Ospedaliera di Alessandria. Sono stati ben 1090 gli euro raccolti, grazie alla generosità dei tanti alessandrini che hanno partecipato, in occasione della Giornata Internazionale degli Infermieri. “Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto – afferma Marinella Bertolotti, membro del Comitato Solidal per la Ricerca – che ancora una volta ha dimostrato come la comunità si interessi con generosità alla ricerca. Un ringraziamento di cuore va quindi a tutti i donatori che si sono aggiudicati i bellissimi gioielli all’asta, alle ditte e ai gioiellieri del territorio che hanno sposato la nostra causa, a Cristina Antoni e Luciano Tirelli per la loro sensibilità e costante attenzione verso i nostri progetti di ricerca, alle infermiere intervenute e infine a chi ha partecipato rendendo la serata davvero speciale e molto seguita”.

Le offerte hanno superato la cifra prevista con la base d’asta, vedendo l’intervento generoso di alcune donne molto impegnate sul territorio come Marina Picollo, Presidente del comitato femminile della Croce Rossa di Alessandria, e Ileana Gatti Spriano, Capo della Delegazione FAI di Alessandria che tanto ha fatto e sta facendo per la valorizzazione dei luoghi mostrati da Cristina Antoni nelle foto di promozione dell’evento.

La replica integrale dell’asta di mercoledì sera

I fondi raccolti durante l’asta andranno a supportare la ricerca infermieristica – aggiunge Tatiana Bolgeo, Referente Unità Ricerca Professioni Sanitarie AO AL e referente della ricerca infermieristica per Solidal per la Ricerca – che ha l’obiettivo di sviluppare conoscenze specifiche per migliorare l’assistenza al paziente e il rapporto con i suoi familiari, con ricadute importanti sull’intera comunità. Ringrazio pertanto tutti coloro che hanno reso possibile la serata e che ci hanno permesso di raggiungere questo risultato: proseguiremo il nostro impegno di progressiva specializzazione e partecipazione attiva ai numerosi studi, anche internazionali, mettendo sempre al centro della nostra attenzione il benessere del paziente”.

adv-590