Ecco quando verrà raggiunta l’immunità di gregge in Piemonte

PIEMONTE – Secondo gli esperti con una soglia di vaccinazione pari o superiore al 70% della popolazione nazionale si potrebbe arrivare alla tanto agognata immunità di gregge. A oggi è questa l’unica speranza per bloccare, o quantomeno frenare, il coronavirus. Non eliminarlo definitivamente dato che il Covid-19, come spiegano molti virologi, ormai si è ritagliato un proprio posto nel mondo e difficilmente lo abbandonerà. Ecco perché vaccinarsi risulta essere così importante. Ma a livello regionale quali saranno le regioni che raggiungeranno prima di tutte l’immunità di gregge? E quali invece quelle che dovranno aspettare la fine dell’estate?

Tutto dipende dal numero di vaccinazioni che vengono inoculate al giorno, ma anche da chi non rifiuta la dose contro il Covid-19. Ad esempio in Piemonte è notizia di ieri che la Regione è alla ricerca di chi si è sottratto alla campagna vaccinale. Nel nostro territorio, in particolare, sono 124 mila tra 60-69 anni (su una popolazione complessiva di 578 mila), 67 mila le persone tra i 70 e i 79 anni (su una popolazione complessiva di 485 mila) e 37 mila over 80 (su una popolazione complessiva di 407 mila). Anche a causa di questo il Piemonte dovrebbe raggiungere l’immunità di gregge non prima del 22 settembre. Peggio solo la provincia autonoma di Trento le cui proiezioni la portano a un raggiungimento dell’obiettivo intorno al 4 ottobre.

In linea con il programma di marcia sono solo sei regioni. Si tratta di Abruzzo (24 agosto), Campania (20 agosto), Lazio (30 agosto), Lombardia (24 agosto), Molise (29 agosto) e Puglia (26 agosto). Tutte le altre regioni, invece, sforeranno a settembre.