In Piemonte carenza di organico per il 118 durante l’estate. Icardi: “Nessuna sospensione ma rimodulazione”
adv-22

PIEMONTE – ”Per i mesi di luglio e agosto, alcune postazioni del 118 saranno convertite da Msa (mezzo di soccorso avanzato con medico e infermiere) a Msab (mezzo di soccorso avanzato di base con infermiere) ovvero, il mezzo si avvarrà della presenza del solo infermiere professionale”. Non ci sarà quindi alcuna sospensione ma una rimodulazione del servizio ha spiegato l’assessore alla sanità Luigi Icardi, in risposta al question time di Domenico Rossi (PD), su come la Giunta intenda garantire la copertura dei turni estivi del personale del 118, alla luce della grave carenza di personale medico.

Malgrado le diverse azioni messe in atto dalle Aziende sanitarie, il Sistema dell’Emergenza territoriale sta di fatto attraversando una grave carenza di personale medico – ha spiegato Icardi – per poter permettere al personale in servizio di usufruire degli adeguati riposi e delle dovute ferie, il Dipartimento interaziendale ha provveduto a definire una serie di azioni per rimodulare la tipologia di mezzo, senza mai sospendere il servizio. È importante precisare – ha evidenziato poi l’assessore – che i mezzi Msab garantiscono a tutti gli effetti una risposta equiparabile ai mezzi di soccorso avanzato e che possono essere comunque supportati da auto mediche con il medico a bordo, da postazioni Msa vicine o da mezzi aerei del servizio di elisoccorso regionale. Sarà infine garantito un costante monitoraggio sull’attività da parte delle Centrali operative 118 sull’attività dei mezzi di soccorso“.