Al via “E a un certo punto il rosso cambiò colore” con mostre, libri e la musica di Bonfanti

CASTELLAZZO BORMIDA – Inizia ufficialmente questo venerdì 18 giugno la rassegna “E a un certo punto il rosso cambiò colore organizzata dalla Fondazione “Luigi Longo” per i 100 anni del Partito comunista italiano, il P.C.I. Il ricco calendario di appuntamenti unirà culturamusica e incontri. Si comincia alle 17, nella sede della fondazione, in via Baudolino Giraudi a Castellazzo Bormida, dove verrà inaugurata la mostra grafica dedicata a Tono Zancanaro e l‘esposizione “1921 -2021 Cento anni in piazzetta rossa”.

Seguirà la presentazione del libro “Care compagne e cari compagni – 13 storie di comunisti italiani” con il giornalista Oreste Pivetta, Corrado Angione, uno dei protagonisti del libro, il critico d’arte Giorgio Seveso e dell’ex ministro ed ex sindaco di Padova, Flavio Zanonato.

La prima giornata della rassegna della Fondazione Luigi Longo si concluderà poi in musica. Alle 21 si terrà lo spettacolo “Civil Rights” di Paolo Bonfanti, accompagnato sul palco da Roberto Bongianino alla fisarmonica.d

La rassegna “E a un certo punto il rosso cambiò colore“, con la direzione artistica di Paolo Archetti Maestri ed Eugenio Merico, propone un cartellone aperto a tutti e gratuito “per mettere a disposizione il patrimonio culturale della Fondazione e far crescere il territorio” soprattutto in questo particolare momento storico. La Fondazione Longo a Castellazzo Bormida riaprirà le sue sale d’arte, visitabili tutti i giorni (si suggerisce la prenotazione attraverso la mail [email protected] o i numeri telefonici 338 3285336-345 7395242). Anche l’ingresso ai concerti e agli spettacoli in programma tra giugno, luglio e settembre saranno gratuiti e a ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

adv-599

Di seguito l’intervista audio a Paolo Archetti Maestri.

adv-526