Acqui Terme è la città piemontese più immunizzata dal Covid-19

ACQUI TERME – Acqui Terme sta vincendo con caparbietà e organizzazione la battaglia contro il Covid-19. Stando ai dati della Regione Piemonte, come riportato anche sulla propria pagina Facebook da Lorenzo Lucchini postando un articolo del Corriere della Sera, la città termale ha immunizzato il 71% dei residenti almeno con una dose. Ad aver aderito alla campagna vaccinale sono già state 12.882 persone sulle poco più di 18 mila totali. Si tratta del risultato più alto in tutta la nostra regione.

È un dato che inorgoglisce, permettendo di vivere la nostra quotidianità con più tranquillità e ridurre al minimo il numero dei casi in città“, ha scritto su Facebook il sindaco Lorenzo Lucchini. Che poi ha aggiunto: “Voglio esprimere, prima di tutto, la mia riconoscenza per il lavoro di coordinamento che ha svolto il dottor Claudio Sasso, direttore del distretto sanitario Acqui-Ovada. Voglio poi ringraziare tutti coloro che con il proprio impegno hanno consentito questo risultato: personale sanitario, amministrativo e volontario. In particolare anche tutti i miei concittadini per il grande senso di responsabilità“. Il primo cittadino ha poi sottolineato come ci sia “sempre stata una risposta importante da parte degli acquesi ad ogni nostra forma di comunicazione, che ci ha permesso di gestire questa situazione critica e difficile nel miglior modo possibile. Una percentuale così alta ci consente di sentirci molto più vicini a quella famosa immunità di gregge che permette di essere più sereni nella vita quotidiana“.

In seconda posizione si trova Vinovo dove è stato vaccinato il 67% della popolazione mentre sull’ultimo gradino del podio si trovano a parimerito Domodossola, Chieri, Ivrea e Borgosesia con il 66% di immunizzati. Appena fuori dal podio troviamo anche un’altra città della provincia di Alessandria. Stiamo parlando di Ovada che ha immunizzato il 65% della sua popolazione. Sono invece in linea con i canoni nazionali tutte le altre città.

adv-503