Caso Garavelli: Ospedale e Ordine dei Medici di Novara valutano un procedimento disciplinare

NOVARA – Le dichiarazioni del medico alessandrino Pietro Luigi Garavelli, primario di Malattie Infettive dell’Ospedale di Novara, presente sabato alla manifestazione contro il Green Pass ad Alessandria non sono certo passate inosservate nemmeno nella città novarese. Dalla direzione generale del nosocomio novarese, infatti, è emersa la volontà di valutare l’ipotesi di un procedimento disciplinare nei confronti del professionista.

adv-29

La pensa allo stesso modo l’Ordine provinciale dei medici chirurghi e odontoiatri di Novara: “Stiamo valutando se esistono i presupposti per un’azione disciplinare e se sarà il caso apriremo un procedimento ha detto ha il presidente, il dottor Federico D’AndreaEsiste un Codice deontologico che obbliga i medici a tenere determinati comportamenti: la violazione di queste regole implica l’adozione di misure specifiche: si va dall’ “avvertimento” alla “censura” per arrivare alla sospensione e alla radiazione. L’Ordine provinciale fin dal primo momento ha sostenuto la campagna vaccinale: il vaccino è uno strumento importantissimo con il quale i sanitari si possono garantire contro il Covid-19 e, di conseguenza, garantire anche i cittadini. E il green-pass si inserisce perfettamente tra i provvedimenti che si possono adottare per contenere la pandemia”.