Cabilog Cabiati di Occimiano: trattativa sindacale saltata. Lavoratori pronti al blocco totale
adv-184

OCCIMIANO – Il tentativo di trattativa in Prefettura ad Alessandria tra il sindacato Adl Cobas e l’azienda Cabilog e Cabiati di Occimiano si è rivelato un nulla di fatto. Da lunedì i camionisti sono in sciopero e in presidio permanente davanti ai cancelli per invocare il rispetto del Contratto collettivo nazionale di settore, un’indennità di trasferta di 45 euro giornalieri, il corretto pagamento di malattia, infortunio e straordinari. Questo pomeriggio una parte dei dipendenti ha protestato anche sotto la Prefettura di Alessandria, in attesa di buone notizie dai delegati sindacali.

Purtroppo, però, tra le parti c’è stata una rottura totale. “L’azienda non ha voluto sentire ragioni” ha sottolineato a Radio Gold Claudio Sanita, sindacalista di Adl Cobas “ci hanno proposto un nuovo incontro il 10 settembre, dopo la pausa estiva. Una posizione che ha francamente stupito sia noi che la stessa Prefettura. A questo punto lo sciopero continuerà a oltranza, prosegue lo stato di agitazione e attueremo il blocco totale della fabbrica. Non uscirà più neanche uno spillo. Margini di riapertura? Noi abbiamo dato la nostra piena disponibilità a sederci di nuovo al tavolo, anche il 15 agosto. Questa trattativa si potrebbe risolvere in 5 minuti, evidentemente dalla controparte non c’è questa intenzione”.