Il santo del giorno del 17 settembre è San Roberto Bellarmino

RADIOGOLD – Il 17 settembre la Chiesa celebra San Roberto Bellarmino. Nato a Montepulciano il 4 ottobre del 1542 da Cinzia Cervini e da Vincenzo Bellarmino è stato un teologo appartenente all’ordine dei Gesuiti. Sin da piccolissimo si avvicinò alla fede, tanto da ripetere ai fratellini le prediche udite in chiesa. Dotato di grande acutezza e ingegno, studiò lettere ma anche canto e musica. Dopo un anno di lotta con il padre, che lo voleva un gentiluomo, ottenne il permesso di entrare nella Compagnia di Gesù.

Dopo il noviziato San Roberto Bellarmino nel 1561 si trasferì per il corso di filosofia al Collegio Romano per poi venir mandato come insegnante a Firenze e a Mondovì. Nel 1567 andò a Padova per gli studi di teologia. Pochi anni dopo fu inviato nell’Università di Lovanio, dove fu professore. Proprio in quel luogo, nel 1570, fu ordinato sacerdote del vescovo Cornelius Jansenius e celebrò la sua prima Messa.

Fu padre spirituale di San Luigi, ebbe relazioni con San Realino e fu provinciale a Napoli. Tutto ciò, unito ad una grande santità, aveva attirato su di lui gli occhi di tutti e Clemente VIII, nonostante la ripugnanza del Santo, lo fece cardinale, arcivescovo di Capua, ove fu prodigo di cure e carità a tutti, ma specialmente ai poveri. Nel 1621 si ritirò nella casa del Noviziato di San Andrea al Quirinale dove morirà il 17 settembre 1621.