Impianto di biometano a Valenza: l’Amministrazione chiede più tempo per valutare

VALENZA – Ieri, martedì 23 novembre 2021, la Commissione 6 di Valenza (Lavori Pubblici, Urbanistica, Ambiente, Beni Culturali) si è riunita per discutere l’ordine del giorno che ha esaminato il progetto per la “Costruzione ed esercizio di un impianto per la produzione di biometano, ottenuto dalla digestione anaerobica della frazione urbana dei rifiuti solidi urbani (FORSU) da realizzarsi nel Comune di Valenza in Strada alla nuova Fornace’ proposto da ‘Valenza Po Green Energy Società Agricola a R.L.” L’Amministrazione attuale ha manifestato “le proprie perplessità in merito ad alcuni aspetti relativi all’impianto” in occasione della Conferenza dei Servizi e ha richiesto la “sospensione temporanea dei termini del procedimento” per “valutare meglio l’istanza“.

Il procedimento di valutazione ambientale, di cui è titolare la Provincia di Alessandria, è iniziato a gennaio 2020 durante il mandato della precedente Amministrazione. Il Comune di Valenza durante le Conferenze dei Servizi dell’8 ottobre 2020 e dell’8 giugno 2021 ha richiesto: l’individuazione di soluzioni alternative alla localizzazione dell’impianto e l’analisi comparativa; l’osservazione del principio di prossimità per l’approvvigionamento dei rifiuti (filiera corta); l’adozione di dispositivi di controllo denominati ‘nasi elettronici’ per il rilevamento delle eventuali emissioni odorigene; la realizzazione a carico del Proponente di una nuova strada comunale di accesso al fondo interessato alla localizzazione dell’impianto per sopperire alle nuove esigenze di interesse privato indotte dall’impianto in progetto, strada già prevista dal PRGC; l’applicazione delle misure di compensazione non contemplate dall’istanza; l’adesione a processi di verifica sistematici e finalizzati a migliorare la propria efficienza ambientale e ridurre il proprio impatto.

Il Comune ha inoltre chiesto una valutazione accurata delle emissioni odorigene e un resoconto delle tecnologie avanzate adottate contenere i miasmi per “evitare potenziali rischi di esposizione ad emissioni maleodoranti e/o potenzialmente dannose per la salute umana e l’ambiente“.

Non sono pervenute opposizioni, né osservazioni in merito all’Avviso al pubblico inerente il procedimento affisso all’Albo Pretorio informatico del Comune di Valenza per 60 giorni nel periodo compreso dal 23/07/2020 al 21/09/2020.

In questa fase si è in attesa che al Provincia di Alessandria in quanto Autorità titolare del Procedimento, si pronunci in merito alle controdeduzioni dei titolari del progetto. A breve, ha infine comunicato l’amministrazione valenzana, verranno convocate due Commissioni Consiliari ed un Consiglio Comunale aperto dedicati all’argomento in questione.