Troppi incidenti e poca sicurezza stradale a Valle e Valmadonna: M5S chiede i “cuscini berlinesi”

ALESSANDRIA – Il Movimento 5 stelle di Alessandria pretende maggiore sicurezza stradale per gli abitanti di Valle San Bartolomeo e Valmadonna. Nelle due frazioni, spiega il partito, “negli ultimi 4 anni, a causa dell’alta velocità, nei due sobborghi ci sono stati più di 50 incidenti“.

Sono due le strade centrali di Valmadonna più a rischio dall’alta velocità delle auto – secondo il Movimento 5 stelle – via del Sabbione e via Comunale. Nella prima, arteria del sobborgo molto lunga e con una larghezza inferiore ai 7 metri che si riduce a circa 5 metri di larghezza nei tratti dove vengono parcheggiate le auto, in buona parte della carreggiata manca il marciapiede e i pedoni e i piccoli animali domestici sono in balia della strada. La seconda è un’arteria stradale lunga e diritta spesso percorsa a velocità elevate con qualsiasi mezzo. Dopo la Posta per tutta la lunghezza non c’è il marciapiede e nel tratto antecedente si trova la scuola elementare Vittorino da Feltre e alcune attività commerciali, quindi la presenza di pedoni che attraversano la carreggiata è assidua nella maggior parte della giornata“.

Su queste strade, negli ultimi anni si sono verificati vari incidenti anche gravi, che solo per caso non hanno ancora provocato vittime. È assolutamente necessario intervenire urgentemente con azioni finalizzate a prevenire e contrastare il fenomeno dell’alta velocità e quindi fondamentale riuscire a obbligare gli automobilisti almeno a rispettare i limiti di velocità“.

A fronte di questi problemi il Movimento 5 stelle ha presentato una mozione che sollecita “il sindaco ad ascoltare le richieste dei cittadini, chiedendo di adottare nelle strade illustrate i cuscini berlinesi“, un dissuasore di velocità con le funzioni tipiche di un dosso, ma dalla forma quadrata. “Proprio la forma dello strumento permette di lasciare parte della sezione stradale libera e quindi ad uso dei ciclisti, consentendo così di evitare lo spiacevole saliscendi causato dai classici dossi. Allo stesso tempo, il passaggio dei mezzi di trasporto pubblico e di emergenza non è sottoposto al rallentamento grazie alla larghezza maggiore degli assi di questi veicoli rispetto a quelli delle automobili. L’automobilista è costretto ad affrontare l’ostacolo con una ruota sopra al cuscino e l’altra sull’asfalto, subendo quindi il rallentamento di velocità“.