Claudio, il meccanico che ora espone le sue opere d’arte a Venezia

VENEZIA – Si chiama Claudio Cavalli, ha 39 anni e lavora presso un’elettro-officina. Insomma, una persona del tutto normale, ma con una grande passione per la fotografia e per l’arte. Ed è proprio questo suo interesse che lo ha portato a Venezia. Claudio Cavalli, infatti, è uno degli espositori della Venice Start, la mostra di arte contemporanea in zona San Basiglio a Venezia che si terrà sino al 7 novembre. L’esposizione ospita 106 artisti, soprattutto italiani, per un totale di 500 opere. Tra queste anche quelle del nostro concittadino che è stato contattato “direttamente dagli organizzatori che hanno visto i miei lavori sulla mia pagina Instagram. Mi hanno chiesto se volevo partecipare e ho detto subito di sì“.

Alla Venice Star, Claudio espone cinque fotografie “realizzate con la tecnica del light painting e tutte dedicate interamente al mondo della musica“. Si tratta di una tecnica piuttosto divertente oltre che creativa. Il light painting di solito viene usato nello still-life e nella fotografia commerciale come elemento integrante ed efficace per esaltare il prodotto fotografato. “Ho sempre amato la fotografia. Così mi sono messo a sperimentare nuove tecniche. Durante il lookdown, con tutto chiuso, mi sono concentrato proprio sul light painting e me ne sono innamorato“. Ecco che Claudio per creare le sue opere parte dalla foto per poi creare la sua opera. “Il sogno nel cassetto? Che da passione si trasformi a lavoro. Già essere stato contattato per l’esposizione a Venezia è un grande onore dato che le mie opere si affiancano a quelle di grandi autori. Tra questi c’è anche Marco Lodola che ad Alessandria è conosciuto soprattutto per Il Cappellaio e la statua di Napoleone“.