A Tortona campagna informativa contro le truffe: ecco i consigli

TORTONA – A Tortona i cittadini presto sapranno come difendersi dalle truffe. Grazie alla Compagnia Carabinieri di Tortona e al Comune, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, è stato infatti realizzato un volantino pieghevole che verrà distribuito in città e che contiene un vademecum per difendersi dai tentativi di truffa, in particolare quelli che fanno leva sulla buona fede dei malcapitati, con i truffatori pronti a farsi passare per rappresentanti delle forze dell’ordine, addetti delle società di servizio, oppure presunti conoscenti di figli o nipoti in difficoltà.

Tra gli esempi riportati i falsi operatori che si presentano a casa per verificare una fuga di gas o truffatori che chiedono denaro per conto di un familiare che ne avrebbe urgente bisogno. La pandemia ha alimentato poi nuovi raggiri come quella dei finti operatori sanitari che tentano di entrare nelle abitazioni sostenendo di dover effettuare visite o addirittura tamponi e vaccini.

Nella brochure viene riportata una serie di consigli su come comportarsi e quali precauzioni è sempre opportuno mettere in atto per difendersi, facendo sempre riferimento alle Forze dell’ordine per cui vengono segnalati numeri telefonici e riferimenti web utili quando si teme di essere bersaglio di un raggiro, o per un’emergenza sanitaria o di altro tipo. Per reagire in maniera corretta a questi tentativi di truffa il primo suggerimento utile è quello di mantenere la calma, quindi non permettere agli sconosciuti di entrare in casa, verificare sempre la veridicità delle richieste rivolgendosi telefonicamente alle autorità. Il vademecum “Aiutateci ad aiutarvi” sarà distribuito in collaborazione con il CISA, con le farmacie del territorio e i medici di famiglia, e sarà disponibile nei luoghi pubblici come il Municipio e la Biblioteca Civica.

Foto della conferenza stampa: da sinistra il Sindaco Federico Chiodi, il Capitano Domenico Lavigna, il Presidente della Fondazione CR Tortona Pierluigi Rognoni.

adv-546