Rimozione ulivi in piazza Italia: Lucchini fa chiarezza sull’espianto delle polemiche

ACQUI TERME – “Questa è la fontana di piazza Italia: una struttura fatiscente e che cade a pezzi. Ci stiamo accingendo a risistemarla e lo faremo entro la prossima primavera. Non sono un tecnico, ma penso che sia molto difficile intervenire e lavorare sulla struttura con la presenza degli ulivi. È semplice logica“. Il sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, fa il punto sulla rimozione degli ulivi che si trovano in uno dei punti centrali della città termale. Un espianto che aveva scatenato polemiche da parte di alcuni cittadini oltre che delle opposizioni.

adv-975

Gli ulivi sono piante delicate, che attualmente vivono in un piccolo appezzamento di terreno (e mi chiedo frequentemente, come tanti cittadini, se sia sufficiente), pertanto abbiamo deciso di cederli individuando una ditta che li espianti professionalmente e che se ne prenda cura per farli prosperare“, ha aggiunto il primo cittadino in un lungo post su Facebook. Partendo da questo principio “abbiamo preferito adottare questa strategia per evitare d’intervenire con i nostri uomini, che non sono professionisti del settore, scongiurando così il rischio di causare accidentalmente la morte degli alberi. Quante polemiche sarebbero nate se queste piante fossero morte per causa nostra? Personalmente vorrei che prosperassero e vivessero in un luogo adeguato alla loro crescita“.

Lucchini ha poi stuzzicato le opposizioni che “hanno deciso di fare una grande battaglia. Hanno alzato i muri, scuotono la testa: chi vuole regalare gli alberi, chi vuole riposizionarli presso la pista ciclabile. Sì, lo hanno detto veramente: proprio in una zona alluvionale. Non ho mai visto così tanto baccano. Quando abbiamo protestato per l’Ospedale Monsignor Galliano mi ricordo da parte delle opposizioni voci timide, ora fanno i leoni da tastiera“.

adv-549

Il sindaco di Acqui chiude con una domanda a cui dà anche la risposta: “Perché si comportano in questo modo? Il loro interesse è di rallentare i lavori su questa fontana. Immaginate, dopo anni di noncuranza, la fontana di piazza Italia messa a posto: loro riescono a immaginarlo e non va per nulla bene per le proprie campagne elettorali permanenti. La malafede“.