Scritte e simboli no-vax sui muri di Ovada. Sindaco Lantero: “Gesto stupido”

OVADA – In diversi punti di Ovada questo sabato sono comparse scritte e simboli no-vax, impressi sui muri e sull’asfalto con uno spray rosso. Una cittadina ha notato una di quelle scritte passando dietro la scuola elementare di piazza Rossa.

Indignata, l’ovadese ha scattato una foto e quando l’ha condivisa sui social ha visto moltiplicarsi le segnalazioni di altri cittadini. Quello fotografato non è infatti l’unico segno no vax tracciato in città. Frasi contri i vaccini e il simbolo con due v all’interno di un cerchio imbrattano anche via Gramsci e via Voltri e il muro del cimitero.

Sabato mattina la Polizia Municipale si è subito messa al lavoro per cercare di risalire agli autori di quelle scritte. “È stata fatta una denuncia contro ignoti e faremo tutte le verifiche del caso“, ha spiegato a RadioGold il sindaco di Ovada, Paolo Lantero.

Il primo cittadino ha intanto chiesto alla ditta che si occupa delle pulizie in Comune di muoversi per la città già domenica per cancellare le scritte. “Qualora servissero particolari prodotti provvederemo a rimuoverle martedì”, ha precisato il sindaco, amareggiato da un gesto che per Lantero denota “poca intelligenza”.

adv-650

Io non condivido i contenuti di quelle scritte. Credo comunque sia giusto che tutti possano dire la propria ma imbrattare la città è sbagliato. Chi ha agito, secondo il mio punto di vista, pensa male e ha soprattutto agito male perché  la libertà di esprimersi deve comunque sempre garantire il rispetto degli altri e dei beni della collettività”.