Anche in provincia di Alessandria cresce il tessuto imprenditoriale locale
adv-780

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – È un terzo trimestre 2021 decisamente positivo quello che si è appena chiuso all’anagrafe delle imprese. Questo grazie anche all’impatto dei bonus e superbonus nel comparto dell’edilizia. A spingere sulla vitalità del sistema imprenditoriale piemontese nel trimestre da poco concluso, infatti, sono state proprio le costruzioni, cresciute di circa 1.200 unità in un solo anno. Sul buon andamento del saldo complessivo ha inciso anche il perdurare della frenata impressa dal Covid alle chiusure di imprese: 3.211 quelle complessivamente registrate fra luglio e settembre, il dato più basso nella serie degli ultimi dieci anni.

A livello territoriale si rilevano risultati positivi per tutte le province. L‘Alessandrino in questo trimestre ha fatto registrare una crescita pari allo 0,25%. Il risultato migliore è quello della provincia di Torino con un +0,40% e quella di Vercelli con +0,38%. A seguire troviamo Verbania (0,26%), Cuneo (0,25%) e Novara (0,24%). La provicnia di Asti è quella che mostra la dinamica meno intensa, fermandosi al +0,18%.

Tra i settori, a spiccare per dinamismo nel trimestre estivo, oltre al comparto delle costruzioni (+0,77%) è stato quello degli altri servizi (+0,58%). Superiore alla media regionale appare anche il turismo, con un tasso di crescita del +0,38%. Meno vivace l’incremento registrato dalle imprese del commercio (+0,18%) e dell’industria in senso stretto (+0,13%), mentre è risultato stazionario il trend dell’agricoltura (+0,02%).