Acqui Terme contro il cambio climatico con il progetto “Gli alberi e la città”
adv-687

ACQUI TERME – Il Comune di Acqui Terme vuole dare il proprio contributo nella lotta al cambiamento climatico. Lo fa partecipando al bando “Mutamenti. Idee e azioni per il clima che cambia” promosso dalla Fondazione Compagnia di San Paolo che mira ad aumentare la resilienza dei territori di Piemonte, Valle d’Aosta e dell’entroterra ligure agli impatti del cambiamento climatico. L’avviso era aperto esclusivamente per i progetti elaborati su Comuni al di sotto dei 20.000 abitanti.

Il Comune di Acqui Terme ha presentato il progetto “Gli Alberi e la Città” sull’area verde di via Savonarola, con gli obiettivi di un aumento della presenza di alberi, la riduzione delle superficie asfaltate e impermeabili e la sensibilizzazione degli attori urbani, quali associazioni, scuole e cittadini.

L’idea è di svolgere un censimento e una classificazione delle specie esistenti nell’area in relazione alla loro capacità o meno di assolvere alla funzione di mitigazione degli effetti climatici e d’inquinamento, l’individuazione delle relative sostituzioni degli esemplari vegetali vecchi o non idonei e l’incremento delle masse vegetazionali e arboree, come la realizzazione di una barriera verde tra la rampa di raccordo del traffico urbano cittadino alla viabilità di scorrimento extraurbano e di un tetto verde per la struttura dell’asilo di via Savonarola.

Si tratta di un progetto molto ambizioso e siamo fiduciosi di arrivare alle fasi conclusive del bando – spiega l’assessore all’Ambiente, Gianni Rolando. Il progetto è frutto di una perfetta sinergia tra l’Ufficio Ecologia e l’Ufficio Tecnico, che sono riusciti in tempi molto stretti a elaborare un’idea interessante che modificherebbe un’intera area per valorizzarla dal punto di vista ecologico. Il mio plauso va ai funzionari che si sono appassionati al bando, elaborando una proposta molto innovativa. Questa si inserisce in maniera ideale nel parco tematico, frutto della cooperazione con le associazioni sociali operanti. In questo luogo, abbiamo anche in progetto la realizzazione di una pista ciclabile per un’utenza in fascia scolare, che permetterebbe di trasformare il parco in un’area ludico-sportiva. Ora siamo concentrati nelle prossime fasi del bando, ma sarebbe meraviglioso vedere una città sempre più verde e ambiziosa sui temi dell’ecologia“.