A oggi 95 Rsa dell’Alessandrino sono Covid-free. Sono invece 58 gli ospiti in isolamento perché positivi

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Proteggere i più fragili. Oggi, come ai tempi della prima ondata. L’obiettivo di Governo e Regioni è chiaro. Questo perché l’aumento dei casi Covid-19 insieme a una campagna vaccinale per la terza dose iniziata da poco, stanno ponendo l’attenzione su quei cittadini che, per età o per patologie pregresse, sono più a rischio complicazioni in caso di un eventuale contagio. A oggi, in Piemonte, non c’è un’emergenza sanitaria legata alle fasce più deboli della popolazione, tra le prime vaccinate, ormai più di sei mesi fa, e per cui la Regione sta accelerando la somministrazione della cosiddetta dose aggiuntiva del siero anti-Covid.

In provincia di Alessandria sono 4659 gli ospiti delle 103 strutture presenti sul territorio. Secondo i dati aggiornati al 22 novembre 2021, sono 58 gli ospiti in isolamento per Covid-19. Di questi nessuno è ospedalizzato. Le strutture Covid-free sono 95, mentre 5 hanno contagi al loro interno e altre 5 sono classificate come “strutture non analizzabili“. Per individuare possibili focolai all’interno delle strutture sono stati utilizzati sia tamponi molecolari che rapidi. I primi hanno identificato 8 operatori e 45 ospiti per un totale di 700 test eseguiti, i secondi (circa 6000) hanno trovato appena 13 positivi (solo ospiti). Il tasso di mortalità nelle Rsa del territorio è intorno allo 0,47% tra i più bassi del Piemonte.

Sul fronte dei vaccini sin qui tra prime, seconde e terze dosi le somministrazioni eseguite sono state circa 174 mila. In provincia di Alessandria i vaccini, tra ospiti e personale, sono stati 24.389 (10.506 prime dosi, 9.906 seconde, 3.977 booster).

Photo by Jack Finnigan on Unsplash