Il Cdm ha dato via libera al Super green pass: quali sono le novità
adv-459

ROMA – Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto che rafforza le misure anti Covid con il Super Green Pass. Il provvedimento è stato varato all’unanimità. La linea emersa durante la riunione fiume è quella di una massima prudenza sulle misure per contenere il contagio, ma anche per limitare al massimo le chiusure, tutelando così l’economia italiana.

Il Super Green Pass altro non è che una certificazione verde rinforzata, che spetta solo a vaccinati o guariti. Il normale certificato verde per accedere ai luoghi di lavoro potrà essere ancora ottenuto mediante tampone. Tampone negativo che servirà anche per accedere ai mezzi di trasporto pubblici. È solo una delle novità legate a quanto stabilito nella giornata di oggi dal Consiglio dei ministri.

Le nuove regole impongono che le persone non vaccinate o guarite non potranno ricevere il Super Green Pass e quindi non potranno recarsi nemmeno in albergo, accedere  nemmeno soggiornare in albergo, accedere in bar e ristoranti al chiuso, palestre, impianti sportivi, cinema, teatri, discoteche. Non potrà nemmeno partecipare a spettacoli, feste e cerimonie pubbliche. La validità della certificazione verde scende anche da 12 a 9 mesi.

Queste regole dovrebbero scattare il 6 dicembre per restare in vigore sino al 15 gennaio.