A Valenza scuola intitolata a Paolo e Rita Borsellino. Oddone: “Intitolazione rende l’istituto ancora più importante”

VALENZA – Da oggi, martedì 14 dicembre 2021, Valenza avrà una scuola che porterà il nome di Paolo e Rita Borsellino. L‘Istituto Comprensivo dunque “assumerà ancora più importanza“, ha spiegato il sindaco Maurizio Oddone. “Se una Città vuole diventare realmente ‘Bella, attrattiva, accogliente e sicura’, al di là delle enunciazioni deve avere dei comportamenti e degli esempi da seguire. E l’esempio dei fratelli Borsellino è esemplare sotto ogni punto di vista dall’aspetto del civismo, del senso di appartenenza alla Comunità, delle scelte, dure, difficili e disinteressate sempre e comunque nell’interesse dello Stato e delle generazioni che sarebbero venute dopo di loro“.

adv-713

Paolo Borsellino – continua Oddone – è stato un servitore leale dello Stato: ha sacrificato molti dei suoi anni migliori, la sua vita familiare, pur rimanendo sempre padre e marito assolutamente dedito alla moglie ed ai figli, per combattere il crimine organizzato. E lo dimostra il Suo olocausto, insieme alla Donna e agli Uomini della scorta, vittime tutte di un vile attentato, esattamente come accadde qualche settimana prima a Giovanni Falcone, alla consorte Francesca Morvillo e agli Uomini della loro scorta“.

Con questa intitolazione – spiega il sindaco – Valenza vuole rendere omaggio non solo a Paolo, Giovanni e Francesca, agli agenti delle scorte di Capaci e di via D’Amelio, ma a tutti quei servitori dello Stato che hanno perso la vita in tutti questi anni, per colpe della delinquenza, che essa si chiami mafia, stidda, ‘ndrangheta, camorra, sacra corona unita o delinquenza e terrorismo di qualunque colore esso fosse, rosso o nero.” Maurizio Oddone per questo ha voluto ricordare Agostino Pianta, Pietro Scaglione, Francesco Ferlaino, Francesco Coco, Vittorio Occorsio, Riccardo Palma, Emilio Alessandrini, Girolamo Tartaglione, Fedele Calvosa.