Anche un po’ di Alessandria nell’ultimo MasterChef: in dispensa anche il miele Acerbi

ALESSANDRIA – Forse in pochi se ne sono accorti ma l’ultima puntata di MasterChef Italia ha avuto per protagonista anche un prodotto della provincia di Alessandria. Si tratta del miele di Giacomo Acerbi, azienda di Cassano Spinola con una produzione tra i 700 e i mille quintali all’anno. Una presenza voluta dall’imprenditore alessandrino per dare ancora più forza a un prodotto prezioso e simbolo dello sforzo congiunto delle api e dell’uomo. “Abbiamo deciso di sponsorizzare la trasmissione per valorizzare il nostro prodotto ma soprattutto per rimarcare l’importanza dell’apicoltore e del miele in generale – puntualizza Acerbi”.

Nella puntata di MasterChef i concorrenti si sono cimentati in un impiego che esula dagli impieghi classici e cioè non più semplicemente dolcificante ma anche ingrediente centrale di primi piatti e antipasti a dimostrazione della versatilità e delle grandi potenzialità di questo prodotto. “L’intento era di sdoganare e nobilitare il miele in cucina, uscendo dai canconi tradizionali entro cui viene ancora relegato. Il miele è un prodotto nobile che merita una ribalta maggiore – spiega Acerbi”. Gli autori di Masterchef sono venuti in provincia 3 volte per visitare l’attività di Cassano Spinola e approfondire la produzione del miele in provincia di Alesandria per poi trasferire la passione connessa alla produzione anche alle cucine del più famoso programma degli aspiranti chef. Acerbi ha fornito oltre 100 vasetti per una presenza costante nella dispensa del talent e far conoscere un’azienda oggi punto di riferimento nel mondo per la produzione di api regine. Una competenza che ha reso questa realtà la prima in Europa e la seconda nel mondo.