Mercato immobiliare: prezzi stabili in Piemonte. In provincia schizza l’offerta di immobili in vendita

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Prezzi stabili nel 2021 per il settore del mercato immobiliare piemontese. Nell’anno appena concluso non ci sono state rilevanti oscillazioni, sia per quanto riguarda il comparto delle compravendite sia per quanto concerne quello delle locazioni (+0,4%).  Come rilevato dal portale Immobiliare.it, tra le province piemontesi è però proprio quella di Alessandria ad aver ad aver fatto registrare il maggiore aumento percentuale di offerta di immobili in vendita (+84,4%).

Come rileva ancora l’indagine curata da Immobiliare Insights, chi vuole comprare casa in Piemonte deve mettere in conto una spesa media 1.471 euro al metro quadro. Il prezzo medio richiesto dai locatori si è attestato invece sui 7,9 euro/mq. Si tratta di un mercato in lenta ripresa, come dimostrato dal fatto che l’accumulo di immobili disponibili in vendita nella regione è superiore alla domanda, sebbene questa sia in crescita soprattutto nell’ultimo trimestre“.

Anche a Torino il mercato immobiliare ha seguito l’andamento del resto delle città piemontesi. Sostanzialmente stabile i prezzi di vendita (+2,2%) e affitto (-1,6%). In particolare, per comprare casa a Torino servono mediamente 1.842 euro al metro quadro, mentre se si cerca una casa in locazione sono necessari in media 9€/mq. Per quanto riguarda l’offerta di immobili in vendita si può notare come nell’anno appena concluso il mercato abbia risentito degli effetti della pandemia: lo stock accumulatosi in un anno è pari al 20,8%, sebbene negli ultimi tre mesi dell’anno questo si sia assestato su una percentuale molto più bassa (+4,2%), segno di una ritrovata vivacità. Se nell’ultimo trimestre nel comparto delle compravendite è evidente un ridimensionamento dello stock degli immobili torinesi, questo appare ancora più chiaro guardando a quanto accaduto nel comparto delle locazioni che hanno registrato un’offerta in diminuzione di quasi 39 punti percentuali. La domanda corre parallelamente sia nel comparto delle vendite (+12,5%) che delle locazioni (+26,8%).

adv-442

Per quanto riguarda il mercato nelle città capoluogo di provincia, sul fronte compravendite le oscillazioni non risultano molto rilevanti ad eccezione della provincia di Biella dove nell’ultimo anno si sono persi più di 5 punti percentuali confermandola come il territorio più economico in cui comprare casa (533 euro/mq). Nell’ultimo anno, l’aumento percentuale maggiore nell’offerta degli immobili in vendita si registra nella provincia di Alessandria (+84,4%), seguita da quella di Biella (+44%). La domanda invece si è tenuta su livelli più stabili, con poche eccezioni come la provincia del capoluogo di regione (+9%) e la città di Verbano-Cusio-Ossola (+8,7%).

Per quanto riguarda il mercato delle locazioni, nell’ultimo anno in Piemonte i prezzi sono aumentati in modo particolare soprattutto nella provincia di Verbano-Cusio-Ossola (+6,9%), seguita da quella di Torino (+4,4%) e dalle città di Novara e Vercelli (+3,7% entrambe). Se si guarda ai dati annuali, l‘offerta di immobili in affitto è aumentata ovunque tranne che a Vercelli. Negli ultimi tre mesi anche molte altre città sono riuscite a ridimensionare lo stock dato che il segno meno predomina nella classifica regionale. Novara invece è il capoluogo di provincia che vede l’interesse maggiore di potenziali locatari sia in città (+41,3%) che in provincia (+20,9%).