Sassello: ultimata la prima fase ma ancora divieto di transito tra Pareto e Cartosio

OVADA – La prima fase di intervento, da 1,6 milioni di euro sulla statale 334 “del Sassello” tra Pareto e Cartosio, danneggiata dall’alluvione di ottobre e dalla caduta massi tra novembre e dicembre 2021, sarà ultimata entro la prossima settimana con il collaudo statico. Lo ha annunciato Anas che ha illustrato l’esito dell’incontro avvenuto oggi, venerdì 14 gennaio, tra i vertici della struttura territoriale Anas del Piemonte, i rappresentanti della Provincia di Alessandria e i Comuni interessati dalla chiusura al transito della statale.

adv-611

L’operaione però non porterà all’apertura della tratta tra Pareto e Cartosio. Il divieto di transito rimarrà in vigore per lo smottamento di rocce a Pareto (km 32), la caduta di un masso di grandi dimensioni a Malvicino (km 35,500) e la caduta in carreggiata di un altro masso al km 33, avvenuti tra metà novembre e fine dicembre: una situazione che rende ancora impraticabile l’apertura al traffico. “La riapertura al transito della statale del Sassello sarà puntualmente valutata al completamento dell’importante campagna di ispezioni e disgaggi, laddove necessari, avviata lungo l’ampio tratto, che si estende per circa 9 km“.

Durante il tavolo tecnico i vertici Anas hanno comunicato che sono stati ultimati i lavori di costruzione della palificata e del cordolo in cemento armato in asse alla carreggiata della statale 334 “del Sassello”, nel comune di Pareto (AL), danneggiata per un tratto di circa 90 metri dalla piena del torrente Erro durante l’alluvione di ottobre. In concomitanza con i lavori a Pareto è stata inoltre eseguita la sistemazione del muro lato valle all’altezza del km 35 (Malvicino) tramite la realizzazione di una scogliera.

adv-50

Per l’esecuzione delle estese ispezioni tecniche sulle pareti di roccia, che Anas ha attivato a tutela delle stesse maestranze impegnate lungo la statale e allo scopo di garantire la sicurezza della circolazione – nonostante non sia direttamente incaricata della tutela idrogeologica del territorio e della sistemazione dei versanti, di cui non è proprietaria, – sono state messe in campo risorse aggiuntive per un importo pari a circa 2 milioni di euro.

Infine, sul fronte di Pareto i lavori proseguiranno con l’attivazione della seconda fase di intervento finalizzata a ricostruire interamente la corsia danneggiata per riaprire al transito la statale in entrambe le direzioni.