Cosa fare in provincia di Alessandria. Gli eventi di domenica 16 gennaio

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Questa domenica 16 gennaio al Teatro Municipale di Casale Monferrato sarà protagonista la danza con lo spettacolo fuori abbonamento “Graces”. Bellezza, scultura e natura sono gli ingredienti del lavoro della coreografa Silvia Gribaudi. Nello spettacolo, con la drammaturgia della stessa Gribaudi e Matteo Maffesanti, i tre danzatori Siro Guglielmi, Matteo Marchesi e Andrea Rampazzo si muoveranno insieme alla stessa Gribaudi, in una performance dove il maschile e il femminile si incontrano, lontano da stereotipi e ruoli, liberi, danzando il ritmo stesso della natura. Inizio spettacolo ore 21. Info biglietti sul sito del Comune di Casale Monferrato.

adv-798

Nuovo appuntamento con la rassegna “Musica al Museo” organizzata dall’Istituto Comprensivo 2 di Novi Ligure. Questa domenica al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, alle 17, è in programma il concertoUn altro Novecento”. Durante il recital Alberto Fantino alla fisarmonica ed Enrico Pesce al pianoforte eseguiranno musiche che hanno attraversato tutto il secolo scorso, caratterizzandolo e arricchendolo di suggestioni magiche e spettacolari. Sono previsti 200 posti. L’ingresso è gratuito, nel rispetto della attuali disposizioni anticovid.

Sempre al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure si può ammirare anche la mostra “Naturalmente Astratto”, un omaggio alla carriera di Alberto Boschi, tra i maggiori artisti del territorio che ha segnato la pittura del secondo Novecento. Per raccontare l’intensa poetica del suo percorso sono esposte circa 100 tele. Il biglietto costa 7 euro, 4 euro il ridotto. Per visitare la mostra è obbligatorio essere in possesso del super green pass. Il Museo dei Campionissimi oggi è aperto dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

adv-375

A Palazzo del Monferrato, in via San Lorenzo 21 ad Alessandria, prosegue la mostra “Alessandria. Il Novecento da Pellizza a Carrà, una storia di artisti”. L’esposizione promossa dalla Camera di Commercio di Alessandria-Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e Regione Piemonte raccoglie opere di Leonardo Bistolfi, Giuseppe Pellizza, Angelo Morbelli e Carlo Carrà e racconta le rivoluzioni culturali e artistiche del Novecento. La mostra, curata da Maria Luisa Caffarelli e Rino Tacchella non trascura la straordinaria stagione dell’architettura che nel XX secolo ha visto lavorare nel territorio di Alessandria personaggi come Marcello Piacentini, Piero Porcinai, Franco Petrucci, Ignazio Gardella, Paolo Portoghesi, tema sul quale il progetto prevede un testo in catalogo e richiami multimediali e fotografici lungo il percorso dell’esposizione. La mostra oggi si può visitare dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Ingresso gratuito.

A Palazzo Cuttica ad Alessandria si può ammirare l’opera “L’Ascensione” del pittore Francesco Crivelli. Il dipinto, realizzato tra il 1576-1577 per l’altare maggiore della Chiesa di San Marco di Alessandriaha la particolarità di mostrare il volto del Marchese Cesare Cuttica di Cassine, committente del dipinto, di sua moglie Tomasa Guasco e dei loro due figli Laura e Lorenzo. Il dipinto, acquistato all’asta a Parigi nel 2020 da un collezionista privato, è stato oggetto di un attento restauro e di un accurato studio da parte degli storici dell’arte di Milano Olga Piccolo e Lorenzo Mascheretti. Riusciti a collegare l’opera ad Alessandria, i due esperti ne hanno ricostruito la storia grazie all’aiuto del Direttore di Palazzo Monferrato, Roberto Livraghi, e del sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco. La mostra, con l’allestimento di Adolfo Carozzi, è è frutto della collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’Azienda CulturAle Costruire Insieme e si potrà visitare dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 19, con ingresso gratuito.

Anche questa domenica le Sale d’Arte di Alessandria sono aperte al pubblico con ingresso gratuito, dalle 15 alle 19. Nello spazio espositivo in via Machiavelli 13 è possibile ammirare gli affreschi medievali delle Stanze di re Artù commissionati alla fine del 14° secolo da Andreino Trotti per celebrare la vittoria contro le truppe francesi ottenuta nel 1391 al fianco di Gian Galeazzo Visconti e i mosaici contemporanei della giovane artista pavese Lady Be.

Il Museo Archeologico di Acqui Terme ospita la mostra “Natale al Museo”, esposizione di presepi artistici in ceramica opera di Sergio Arditi. Le ceramiche artistiche di Arditi propongono il tema della Natività in realizzazioni che spaziano per forme, dimensioni e scelte compositive. Sergio Arditi, grande appassionato di archeologia, storia e arte, specialmente della sua amata Cassine, negli ultimi anni ha proposto le proprie realizzazioni artistiche e pittoriche in mostra, tra l’altro, presso Palazzo Robellini ad Acqui (“Percorsi 1962-2016”) e presso la Corte Zerbo di Gavi con la mostra “Carta canta” (2017), dedicata al conterraneo Luigi Tenco. Orari: da mercoledì a domenica 9.30-13.30; 15.30-17.30.

A Villa Vidua a Conzano prosegue fino al 23 gennaio la mostra di presepi d’autore. L’esposizione raccoglie i presepi realizzati da dieci artisti che, negli anni, hanno anche ottenuto la cittadinanza onoraria di Conzano. In mostra anche il grande presepe di produzione artigianale, firmato dal maestro santonnier Escoffier, animato da 500 figure. Ad accogliere i visitatori a Conzano, in piazza Australia, sarà anche una ‘teoria di Natività’, rappresentata su stendardi, e nelle vie centrali del borgo fino alla torre medioevale posizionata all’apice del colle, sulle abitazioni anche 100 drappi rossi con la raffigurazione del Divin Bambino. La mostra si può visitare, con ingresso gratuito, il sabato pomeriggio dalle 15 alle 18 e nei giorni festivi dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Per maggiori dettagli e per altri appuntamenti cliccate nella sezione Tempo Libero del sito di RadioGold.

(in copertina foto di Markus Spiske tratta da Unsplash)