Peste suina: salgono a 8 i casi tra le province di Alessandria e Genova [MAPPA]

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Come comunicato dall‘Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta (IZSPLV), ai tre casi di peste suina africana accertati su carcasse di cinghiali nello scorso weekend, e confermati dal Centro di Referenza Nazionale per le pesti suine (CEREP), se ne sono aggiunti altri cinque.

Salgono dunque a otto i casi riscontrati in un’area di poche decine di chilometri dell’appennino ligure, al confine tra le province di Alessandria e Genova.

La mappa pubblicata sul sito dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta mostra le due regioni, suddivise in Comprensori alpini (CA) e in Ambiti Territoriali di Caccia (ATC) e i risultati della campagna di raccolta e analisi sulle carcasse di cinghiali rivenuti morti.

adv-258

I punti colorati indicano il luogo di rinvenimento dell’animale e il risultato dell’analisi (i punti in rosso indicano i capi in cui è stata confermata la malattia, quelli in blu i capi risultati negativi all’analisi, e quelli in giallo i capi per i quali le analisi sono ancora in corso).

La linea evidenziata in rosso delimita la cosiddetta “area infetta” stabilita dal Ministero della Salute e nella quale saranno concentrati i controlli. Sono 114 i comuni interessati dal focolaio: 78 in Piemonte 36 in Liguria.