Nel nuovo report Gimbe frena incremento contagi ma aumento del 49% dei decessi: la situazione in Piemonte

ROMA – Sono incoraggianti le notizie che arrivano dall’ultimo report della Fondazione Gimbe sulla diffusione del Covid-19 in Italia. Nella settimana che va dal 12 al 18 gennaio, rispetto alla precedente, si vede “una stabilizzazione dei nuovi casi a quota 1,2 milioni e un aumento delle ospedalizzazioni (+2.381) dei pazienti in area medica e in terapia intensiva (+38). Frena dunque l’incremento dei casi (+3%), ma i decessi aumentano del 49,7% in 7 giorni“. Nel dettaglio della crescita dei decessi, dal report emerge che sono “2.266 negli ultimi 7 giorni (di cui 158 riferiti a periodi precedenti), con una media di 324 al giorno rispetto ai 216 della settimana precedente“.

Al contrario “resta alta la pressione sugli ospedali in cui i posti letto occupati da pazienti Covid continuano ad aumentare, seppur più lentamente: rispetto alla settimana precedente +14% in area medica e +2,3% in terapia intensiva“, ha commentato Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi sanitari della Fondazione Gimbe. Al 18 gennaio, “il tasso di occupazione nazionale da parte di pazienti Covid è del 29,8% in area medica e del 17,8% in area critica. Ad eccezione di Molise e Sardegna, tutte le Regioni superano la soglia del 15% in area medica, con la Valle d’Aosta che raggiunge il 57,1% ad eccezione di Basilicata e Molise, tutte superano la soglia del 10% in area critica“.

Nella settimana che va dal 12 al 18 gennaio la Regione Piemonte ha registrato un incremento percentuale dei casi totali di contagio da SARS-CoV-2 del 15,6%, in calo rispetto alla settimana precedente che era intorno al 17%. Negli ultimi 14 giorni (5-18 gennaio) si rileva un’incidenza di 4446 casi positivi per 100.000 abitanti. La relazione tra incidenza per 100 mila abitanti e incremento percentuale dei casi vede un importante calo in provincia di Alessandria che si pone pienamente all’interno della media regionale. I casi più critici sono quelli del Biellese e del VCO rispettivamente sopra il 20% e il 16%.

adv-78

Il Piemonte, in linea generale, conferma quanto si sta vedendo a livello nazionale. I contagi complessivi, in rallentamento, sono stati nel periodo che va dal 12 al 18 gennaio 97.453. Poco più di 3000 in più rispetto ai 94.330 del periodo di monitoraggio della settimana precedente. Sintomo di una crescita in frenata. Sono tuttavia aumentati sensibilmente i decessi: 157 della settimana 12-18 gennaio rispetto ai  di quella del 5-11 gennaio.