Una protesta eclatante contro i rincari bollette: “Spegniamo le vetrine di Valenza e accendiamo le candele”

VALENZA – I rincari delle bollette stanno diventando un macigno per i commercianti che non possono rivalersi sui consumatori, già provati da aumenti ed emergenza covid. Per questo il mondo politico deve prendere consapevolezza di un problema sempre più grave prima che il piccolo commercio finisca in una spirale mortale. Ne è convinto un commerciante di Valenza, Massimo Mazzola, della Hambugeria Poldo che sta organizzando una protesta eclatante, nella speranza di una vasta adesione e soprattutto di una maggiore attenzione.

A fronte dell’impennata dei costi dell’energia elettrica ha suggerito ai colleghi di spegnere le vetrine e ridurre al minimo il consumo della luce nei negozi. Spegnere tutto per accendere i riflettori sulla grave crisi che rischia di travolgere i commercianti. “Per far capire il problema ho proposto di usare solo le luci strettamente indispensabili e di spegnere tutte le altre, magari accendendo qualche candela – spiega Massimo”. “Vorremmo coinvolgere l’assessore al commercio e il sindaco per dare più forza possibile a questa manifestazione che speriamo si allarghi a livello regionale e magari nazionale e accenda qualche misura o aiuto“. Al momento le adesioni stanno cominciando ad arrivare “ma è fondamentale dare forza e volume a questa iniziativa perché la situazione commerciale sta diventando insostenibile tra emergenze pandemia e rincari, non possiamo certo rivalerci sui consumatori aumentando il prezzo del caffè, della pizza o dei vestiti: siamo sempre a Valenza e non a Venezia e gli stipendi sono sempre quelli – conclude Massimo”. Se tutti i commercianti aderiranno l’iniziativa verrà organizzata a breve nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì.

Photo by Atikah Akhtar on Unsplash

adv-178