Gli infermieri piemontesi in sciopero: “Pandemia ha travolto la Sanità. Chiediamo tutele”

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Hanno incrociato le braccia davanti alla sede della Regione Piemonte. Lo hanno fatto per chiedere maggiori tutele e denunciare una situazione definita al limite della sopravvivenza. Sono gli infermieri del Nursind che, anche dalla provincia di Alessandria, sono partiti per lanciare il loro grido d’allarme.

Gli infermieri sostengono che la pandemia da Covid-19 hanno travolto la sanità come uno tsunami stravolgendo le vite di tutti gli operatori. Il sindacato ha chiesto ancora una volta alla Regione assunzioni, rispetto, riconoscimenti economici per gli straordinari.

A Torino, nel corso della manifestazione, è stata letta una lettera aperta in cui il Nursind accusa il ministro Brunetta “di averci definiti eroi ad inizio pandemia promettendo riconoscimenti mai arrivati; per favore ora ci eviti la retorica parlando di valorizzazione, carriera, sblocco tour over“. In Piemonte, secondo Nursind, occorrono assunzioni di almeno 4.000 infermieri per rispondere alle esigenza del territorio.