La Regione finanzia 10 programmi contro il bullismo nelle scuole: c’è anche Acqui Terme

ACQUI TERME – Sono 10 le ‘Scuole polo’ piemontesi che riceveranno un finanziamento dall’assessorato all’Istruzione della Regione per iniziative di formazione dei docenti contro bullismo e cyberbullismo. Tra queste c’è anche la Parodi di Acqui Terme che proporrà due percorsi: Genitori i confini a scuola e Socialità in rete, sovvenzionati per oltre tremila euro.

Il primo progetto proporrà un’idea innovativa di conflitto, divulgare e applicare lo strumento della mediazione del conflitto contro bullismo e cyberbullismo; il secondo proporrà un’idea positiva di rete con consapevolezza di potenziale positivo e negativo oltre a proporre e divulgare lo strumento della mediazione del conflitto contro bullismo e cyberbullismo.

Le risorse stanziate complessivamente ammontano a 140 mila euro. Oltre all’istituto acquese verranno finanziate anche tre scuole nella Città metropolitana di Torino, altrettante nel Cuneese, una nell’Astigiano, una nel Biellese, una nel Verbano-Cusio-Ossola. I corsi saranno tutti svolti entro il 31 agosto prossimo.

“Mai come in questo momento storico si rende necessaria una presa di posizione congiunta tra istituzioni, scuole e famiglie per promuovere attività di sensibilizzazione che favoriscano azioni ancora più incisive nella prevenzione di bullismo e cyberbullismo in classe”, ha spiegato l’assessore regionale Elena Chiorino. Che poi aggiunge: “Il cyberbullismo è una configurazione ancor più subdola di bullismo poiché si nasconde più facilmente dietro l’anonimato offerto da internet e veicolando messaggi offensivi più velocemente ad un pubblico molto più vasto. Per questo ritengo sia fondamentale che, proprio a scuola, vi sia un monitoraggio costante da parte di un personale che sia formato e attento ai ‘campanelli di allarme’ che provengono dagli studenti“.