Burberry annuncia licenziamenti. A rischio anche 11 lavoratori a Serravalle

SERRAVALLE SCRIVIA – Sono 11 i posti di lavoro a rischio nello store Burberry a Serravalle Scrivia. L’annunciato piano di esuberi del brand di lusso londinese colpisce 77 lavoratori a livello nazionale e anche un quarto dei dipendenti impiegati nel negozio all’interno dell’Outlet di Serravalle Scrivia.

adv-866

I sindacati, ha spiegato Emanuele Romaniello della Filcams Cgil di Alessandria, si sono subito attivati e sono pronti a dare battaglia per trovare “soluzioni alternative alla procedura di licenziamento” e salvaguardare “tutti i posti di lavoro“.

In questi ultimi giorni si è già tenuta una prima assemblea con i dipendenti del negozio di Serravalle e ora i sindacati incontreranno anche individualmente i lavoratori. A inizio marzo è poi in programma un tavolo nazionale con l’azienda.

adv-656

A Serravalle, ha raccontato Emanuele Romaniello tutte le persone impiegate nel negozio sono in apprensione”. Tra i dipendenti del negozio ci sono soprattutto donne e per alcune lo stipendio garantito dall’impiego nello store di Burberry è l’unica entrata su cui può contare l’intera famiglia. “I licenziamenti colpiscono però pesantemente 11 famiglie, che hanno tutte mutui e spese da pagare”.

La pandemia, oltretutto, aveva già impattato duramente sullo store di Serravalle. Prima del covid, ha ricordato il sindacalista della Filcams Cgil, i dipendenti del negozio, compresi i precari, erano settanta. Oggi ne sono rimasti una quarantina e ora 11 sono a rischio a causa del piano di riassetto del brand: “E questo nonostante gli incoraggianti dati di vendita registrati nel 2021 a Serravalle”.

(in copertina foto di Rashid Khreiss sul sito Unsplah)