Terme di Acqui: “L’azienda resta ferma sulla sua posizione ma ascolterà la proposta sindacale”
adv-776

ALESSANDRIA – Si è svolto nella giornata di oggi, mercoledì 23 marzo, alle 15 nella sede di Confindustria Alessandria, il primo incontro sindacale legato alla procedura di licenziamento collettivo dei dipendenti delle Terme di Acqui Spa. All’incontro erano presenti Alessandro Pater, proprietario dell’azienda oltre ai legali, il dottor Quirico di Confindustria Alessandria e la Dott.ssa Catani responsabile del personale delle terme.

Le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto unitariamente il ritiro della procedura e la riapertura delle attività che, secondo il primo piano aziendale presentato a fine 2021, sarebbe dovuta avvenire il 25 aprile 2022. “L’azienda al momento resta ferma sulla sua posizione ma ha comunque accettato di ascoltare la proposta sindacale che verrà illustrata in maniera articolata nel prossimo incontro che si terrà presumibilmente tra 7/10 giorni“, scrivono in una nota i sindacati.

L’obiettivo delle organizzazioni sindacali è di rendere l’apertura una realtà. Riavviare le attività è per noi fondamentale perché una chiusura sarebbe inaccettabile per un’intera città ed in primis per le 25 famiglie che rimarrebbero senza un lavoro”, dichiarazione di Filcams, Fiscat e UilTucs Alessandria.

adv-789