Piemonte: Ires, crescono famiglie che faticano a quadrare bilancio, sono il 52,3%

PIEMONTE – Se tra il 2019 e il 2021 diminuivano coloro che dichiaravano di riuscire a far quadrare appena il bilancio familiare, nel 2022 spicca invece un aumento significativo, dal 39,8% al 52,3%, delle famiglie piemontesi che dichiarano di non riuscire a farlo quadrare. Inoltre, si riducono le famiglie che riescono a risparmiare qualcosa o abbastanza, era il 43,3% nella rilevazione svolta nel 2021 ed è calata al 33,2% nel 2022. Lo rileva l’Ires nella sua periodica analisi sul clima d’opinione in cui si è soffermato sulla situazione finanziaria delle famiglie.

Secondo il monitoraggio, la quota maggiore delle famiglie che riescono a ‘quadrare appena il bilancio’ si ha tra quelle che dichiarano di avere un tenore di vita medio. Questo, sottolinea Ires, è un segnale del deterioramento delle condizioni finanziarie delle famiglie lungo ampie fasce della distribuzione del reddito, e non solo per redditi più bassi, e, evidenzia ancora l’istituto di ricerca, “suscita preoccupazione in merito alle prospettive per i consumi in corso d’anno e per il prossimo futuro“.

Come l’anno scorso, poi, anche nel 2022, prosegue Ires, è un po’ più alta la percentuale di chi deve fare debiti o attingere alle riserve, in particolare nelle fasce di età compresa tra i 25 e i 44 anni. Un dato, sempre secondo l’Ires, che si può collegare alla fiammata infettiva che dallo scorso autunno sta procurando aumenti consistenti in alcune voci di spesa rilevanti per i bilanci familiari. Infine, nel 2022 l’istituto segnala un aumento delle famiglie che hanno incontrato difficoltà economiche per le spese mediche, le bollette, l’acquisto di generi alimentari e i servizi alla persona.

adv-922