La provincia di Alessandria paradiso delle bici: fino a settembre percorsi da non perdere
adv-290

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Chi ama la bici può programmare una serie di appuntamenti in provincia di Alessandria, ricchi di fascino e divertimento. Dal gravel al cicloturismo, senza dimenticare le bici da corsa, sono almeno sei i grandi appuntamenti da maggio a settembre. Ecco quali sono:

1. Giro dell’Appennino: 2 giugno, Pasturana

Per il terzo anno consecutivo la partenza del Giro dell’Appennino è stata assegnata a Pasturana, piccolo comune in provincia di Alessandria. L’83esimo Giro dell’Appennino Memorial Tarcisio Persegona è un’importante gara ciclistica internazionale per professionisti. Quasi 200 i chilometri da percorrere con circa 3.000 metri di dislivello. Per la prima volta, il Giro partirà nel giorno della Festa della Repubblica: Pasturana ha quindi deciso anche per questo di organizzare una serie di eventi collaterali all’evento che ha una valenza che va ben oltre l’aspetto sportivo ma interessa la promozione del territorio e del turismo. L’1 giugno, alle 21, si terrà il concerto dei Conservatori musicali del Piemonte in piazza Spinola, con musiche popolari,. Il 2, giorno della gara, le scuole avranno modo di incontrare i campioni del pedale e sfileranno per le vie del paese. Dal mattino, in attesa della partenza prevista per le ore 11,00, la Banda Musicale di Pozzolo accompagnerà le operazioni preliminari di gara. La gara ritransiterà in Pasturana, dove sarà posto il traguardo volante Sportivo di Pasturana, alle ore 12.30, per poi dirigersi verso la Val Lemme e la Liguria, dove è previsto l’arrivo a Genova. Per informazioni: https://www.uspontedecimo.it/giro-dell-appennino/app-edizione-2022/edizione-2022.html

2. La Mitica Ciclostorica

Una Ciclostorica con Biciclette d’Epoca per i Colli di Coppi, soprannominata “La Mitica” in onore del Mito delle due ruote Fausto Coppi. L’idea è dell’Associazione dei Colli di Coppi A.S.D. che, oltre ad organizzare l’evento dedicato esclusivamente alle biciclette vintage, si propone anche di far conoscere il territorio che ha visto nascere e crescere Serse e Fausto Coppi attraverso lo sport che li ha consacrati. Si parte domenica 26 giugno 2022 da Castellana Coppi, in una giornata di grande festa. Per informazioni: https://www.lamitica.it

3. La Monsterrato

Il 2-3 e 4 settembre 2022 a Quattordio (Alessandria) si svolgerà la Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, Memorial Diego Trombin. Gravel bike, bici d’epoca e vintage, mtb ed e-bike tra colline, vigneti, boschi da tartufi, pascoli, antichi castelli e borghi medievali del Monferrato alessandrino, casalese ed astigiano. Proprio quest’anno, la Monsterrato è diventata il primo evento UCI Gravel in Italia nelle UCI Gravel World Series, il campionato mondiale di Gravel.
Per informazioni: https://www.lamonsterrato.it

4. UCI Gravel World Series

La Monsterrato dunque quest’anno si veste di un profilo e di un rilievo internazionali, diventando ufficialmente il riferimento italiano del mondo Gravel internazionale. La gara del 3 settembre, valida come nona tappa delle Trek Uci Gravel World Series, inizia e finisce a Quattordio, snodandosi per i piccoli paesi del territorio per una lunghezza di 117 km. C’è anche un percorso più breve di 57 chilometri. Per informazioni: https://ucigravelworldseries.com/en/quattordio/

5. LaMITICA GRAVELMANIA

Forti dell’esperienza e del successo con LaMITICA GRAVEL – 1a tappa del Gravel Road Series nel 2017, l’Associazione I Colli di Coppi ASD in questo 2022 ha deciso di unire le forze con Ciclomania Voghera mettendo in calendario, per domenica 18 Settembre 2022, l’organizzazione de LaMITICA GRAVELMANIA 2022. Grazie alla bicicletta gravel si andrà alla scoperta di un itinerario panoramico nei Colli di Coppi all’insegna dello “zero agonismo” ma con soste degustazioni presso le aziende vitivinicole e produttori delle eccellenze delle Terre Derthona. Partenza ed arrivo a Castellania Coppi, ovvero nel borgo dove è nato, e riposa, il Campionissimo e “giro di boa” nel luogo in cui l’artista Giuseppe Pellizza da Volpedo creò la celeberrima opera “Il Quarto Stato”. Per informazioni: https://www.lamitica.it/la-mitica-gravelmania/

6. “Un nuovo turismo lungo le vie romane e le tappe del grande ciclismo”

ViA(E) e UNCEM – Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani – hanno appena annunciato l’accordo “Un nuovo turismo lungo le vie romane e le tappe del grande ciclismo”, ovvero la condivisione di un tragitto comune per offrire al turismo di emulazione la chance di misurarsi non solo con le prodezze dei miti del ciclismo, ma anche di apprezzare le bellezze – paesaggistiche, enogastronomiche, architettoniche – dei territori attraversati in bicicletta.
ViA(E) è un progetto di promo-commercializzazione in divenire, che attualmente offre 60 pacchetti turistici presentati da un network di oltre 100 agenzie di viaggi e tour operator per percorrere tre Regioni (Piemonte, Lombardia e Liguria). A questi ora si aggiungeranno quelli dedicati al grande ciclismo: esperienze destinate agli amanti delle due ruote per aspirare alle mete eroiche del ciclismo, emulando i grandi campioni. Date le 28 tappe, saranno costruiti 15 prodotti turistici.

I ciclisti professionisti e i cicloamatori troveranno sul territorio molte proposte adatte alle loro esigenze, sia culturali che sportive. Non a caso l’Alessandrino sta lavorando da tempo a progetti che abbinano il Bike & Wine, puntando a proporre sul mercato turistico il territorio come una destinazione cicloturistica ed enoturistica di rilievo.

La storia che lega Alessandria e il territorio circostante alla bicicletta è ricca di testimonianze eccellenti“, commenta Roberto Cava, presidente di Alexala. “Non è un caso che sulle nostre colline siano cresciuti grandi campioni: su tutti Fausto Coppi e Costante Girardengo, ma anche Giovanni Cuniolo, Luigi Malabrocca e molti altri corridori ciclisti noti e meno noti hanno trovato nelle nostre colline le strade più adatte a formarsi per diventare i campionissimi che sono stati”. “Ad Alessandria, come sappiamo, arrivò nel 1867 la prima bicicletta giunta in Italia, per merito dell’eclettico birraio alessandrino Carlo Michel. Questa è una storia e una tradizione che non possiamo dimenticare, e su cui anzi vogliamo sempre più fare leva per accogliere un segmento turistico interessante e nutrito, quello degli amanti della bicicletta, costruendo proposte ad hoc e lavorando per trasformare sempre di più il territorio in una destinazione bike friendly“.