Illuminazione, strade, viabilità: i problemi del Cristo allo studio della Giunta. Ecco dove i primi interventi

ALESSANDRIA – È un fascicolo denso di segnalazioni quello che l’Associazione Commercianti del quartiere Cristo ha presentato alla Giunta Abonante e al neo sindaco, impegnati ieri in un sopralluogo nel popoloso rione alessandrino. Sì, perché in quella città nella città nata al di là del cavalcaferrovia ci sono tante (forse troppe) cose che non funzionano. Dalla viabilità alle illuminazioni, da strade malandate a marciapiedi disastrati. I cittadini, stufi delle tante promesse fatte dalle passate amministrazioni, ora chiedono interventi reali e concreti.

Sul piatto ecco allora l’illuminazione, il rifacimento di strade e marciapiedi e una mobilità sostenibile per il bene dell’intero quartiere. Questi i punti urgenti che i rappresentati dell’Associazione Commercianti del quartiere hanno chiesto di risolvere a sindaco e assessori. Sul piano dell’illuminazione la zona più critica è quella in via Aldo Moro, nel tratto compreso tra via Santi e via Umberto Giordano. Qui è completamente assente l’illuminazione. Ma poi ci sono i marciapiedi assenti in via Inverardi e la situazione del traffico in via Campi ormai fuori controllo e sempre più intenso tanto da generare un eccessivo inquinamento acustico oltre che atmosferico.

Di queste tante segnalazioni gli interventi più fattibili per il Comune sono al momento tre. Una fattibilità sia per fondi, in alcuni casi già rintracciati, sia per la specificità dell’intervento. In primis parliamo del tratto tra piazza Campora e via Ugo La Malfa in cui è presente un sentiero pedonale utilizzato come collegamento tra la via e la piazza. Si tratterebbe in questo caso di una valorizzazione dell’intero tratto. Altro focus sarà sull’incrocio tra via Bonardi e Corso Carlo Marx. In questo caso i fondi sono già presenti e l’iter servirebbe a migliorare la circolazione oltre che a ridurre la pericolosità di un incrocio dove spesso si riscontrano incidenti. Infine la fine del Laghetto Fotovoltaico dove è già stato avviato un percorso con la cittadinanza per capire come sfruttare nel migliore dei modi un’area molto amata dagli abitanti del quartiere Cristo.

adv-97

Sulle aree ecologiche, così come l’illuminazione, il discorso è rimandato ai prossimi incontri con Amag che gestisce le due situazioni.