Assegnazione ex Asilo Monserrato: “Oltre a Non una di meno ci sono tante associazioni senza sede”
adv-885

ALESSANDRIA – Quella di martedì 2 agosto è stata una giornata di fuoco per l’Amministrazione Comunale e le ragazze e i ragazzi di Non una di meno. Oggetto del contendere l’ex asilo Monserrato, immobile appartenente alla Regione e oggetto di sgombero con il Comune di Alessandria pronto, una volta estinto l’Ipab, ad acquisire l’immobile per metterlo a disposizione dell’associazionismo. In particolare la Giunta si è impegnata, entro fine anno, affinché la “Regione Piemonte chiuda rapidamente il processo di estinzione dell’Ipab per poi ottenere il passaggio, a titolo gratuito dell’immobile al Comune di Alessandria“.

Compiuto il passaggio l’amministrazione “si impegna a valutare lo strumento più adeguato dato dalla legge per l’affidamento dello stabile che tenga conto delle attività e della manutenzione portate avanti dal collettivo Non una di meno in questi anni”. Una rassicurazione che ha portato le occupanti della Casa delle donne ad accettare lo sgombero con la rassicurazione di un futuro ancora all’interno dell’ex asilo.

In questo contesto si leva alta la voce di altre associazioni che da anni sono alla ricerca di un luogo che le ospiti. Tra queste c’è Spazio Idea che dal 2017 ha fatto domanda per una struttura adatta alle attività associazionistiche. “Con la passata amministrazione si era parlato dell’ex ospedale militare di Alessandria. Nel piano di riqualificazione della struttura c’era un ampio spazio dedicato al mondo del volontariato“, ci spiegano. “Ci stupisce un po’ leggere le promesse fatte dal Comune a Non una di meno. Premesso che questa non è una presa di posizione con le ragazze e i ragazzi della Casa delle donne, va detto che l’ex asilo Monserrato potrebbe ospitare davvero tante associazioni“.

Va detto che l’assegnazione dell’ex asilo Monserrato seguirà comunque tutto l’iter previsto dalla legge. Quindi un bando a cui, a seconda dei requisiti presenti al suo interno, potranno partecipare diverse associazioni. “A noi va bene che Non una di meno abbia ancora la sua ‘Casa’ ma spero che questa possa essere condivisa con tutto il mondo del volontariato dato che la struttura è piuttosto importante e spaziosa“, concludono da Spazio Idea.