“Mio padre investito in viale Michel da un furgone che non si è fermato”: lo sfogo di un cittadino
adv-612

ALESSANDRIA – “La mia speranza è smuovere la coscienza di chi, dopo l’incidente, non si è fermato, oltre che confidare nell’aiuto di qualche testimonianza”. Questo l’amaro sfogo di un cittadino. L’uomo ha contattato la nostra redazione per raccontare l’incidente subito dal padre, un uomo di 85 anni. Intorno alle 8 di questo lunedì, ad Alessandria, l’anziano stava attraversando viale Teresa Michel sulle strisce pedonali, vicino all’incrocio con via Rossini e in direzione dell’Università quando è stato investito da un furgone proveniente dal fiume Tanaro.

“Chi era alla guida poi si è dato alla fuga” ha raccontato il figlio “ringrazio la donna che ha subito soccorso mio padre che, fortunatamente, sta bene. I sanitari lo hanno comunque portato in ospedale in osservazione. Mi è stato riferito che il mezzo stava andando ad alta velocità. Ho deciso di rivolgermi a voi per smuovere la coscienza di questo o questi che oserei definire “criminali”. Non so come si possa pensare di andare avanti senza fermarsi, nel tentativo di farla franca“. Sul posto, oltre al 118, è intervenuta la Polizia Locale che ha proceduto coi rilievi.

Foto di repertorio