Il Pd sulla situazione della Solvay: “Intervenga anche la Regione”
adv-45

ALESSANDRIA – Le notizie relative all’indagine dell’Università di Liegi sulla presenza di Pfas nel sangue degli abitanti di Spinetta Marengo ha spinto il Pd di Alessandria a interrogarsi sulla reale situazione del sobborgo alessandrino. In particolare i dem sottolineano come “le istituzioni, Stato e Regione in primis, debbano governare una transizione green che sia capace di coniugare il mantenimento degli standard produttivi e lavorativi con il rispetto della salute, dell’ambiente e della qualità della vita delle persone“.

Il Pd ritiene che “se quanto accaduto negli anni passati con il polo chimico ha determinato rischi per la vita dei cittadini, la bonifica non è solo urgente e necessaria, ma deve accompagnarsi ad un piano di risarcimento attenzione e tutela della salute di tutti gli abitanti di Spinetta“. Da qui la richiesta di ulteriori solleciti alla Regione perché si attivi in tempi rapidi per le attività di controllo e monitoraggio ma anche che si predispongano regionale predispongano gli atti di indirizzo per le Aziende Sanitarie Regionali finalizzati ad avviare uno studio epidemiologico.

L’appello sarà comunque esteso a Governo, Regione, Asl e Arpa oltre che all’Amministrazione Comunale, e “con il supporto dell’Università, devono dare avvio ad
un coordinamento, mettere a punto strumenti e metodi per dare trasparenza e verificabilità alle azioni di bonifica. Si dia avvio all’indagine epidemiologica e si rendano leggibili i dati. Si chieda a Solvay di farsi ulteriormente carico, oltre che degli interventi già effettuati, delle bonifiche necessarie e degli investimenti che servono per mettere in sicurezza il territorio. Infine è inderogabile che l’Asl si esprima“. Anche perché, continua il Pd, in gioco “c’è la salute e la salubrità di un contesto in cui vivono migliaia di persone, che hanno bisogno di avere certezze e informazioni fornite da soggetti qualificati e indipendenti, dotati delle necessarie metodologie di rilevazione scientifica“.